Lavori antisismici conclusi, e i bambini tornano a scuola

SANTA FIORA – A Santa Fiora sono terminati i lavori di adeguamento sismico che hanno interessato lo storico edificio che ospita la scuola elementare. Dal 7 gennaio, quindi, gli alunni, le insegnanti e il personale non docente sono tornati a popolare le classi e i corridoi del Palazzo di via Guglielmo Marconi.

“Siamo arrivati ad un adeguamento sismico della struttura pari al 100% – spiega il sindaco Federico Balocchi – garantendo i livelli di sicurezza raggiunti dagli edifici di nuova costruzione. Un risultato davvero fondamentale, che mette al sicuro i nostri ragazzi per i decenni a venire. Essendo un palazzo storico molto bello e ben conservato non è stato ritoccato dal punto di vista estetico, ed anzi i lavori ne hanno rispettato la bellezza. Questo intervento è un esempio di efficienza, mi sono avvalso dei poteri commissariali consentiti dal Governo ai sindaci lo scorso anno, e sia la fase dell’appalto, che l’esecuzione, sono stati eseguiti nel pieno rispetto dei tempi previsti. Ringrazio per questo l’ufficio tecnico comunale, il direttore dei lavori, la ditta esecutrice e tutte le aziende locali che sono intervenute, dall’idraulico, all’elettricista, alla ditta di pulizie, che hanno lavorato anche nei giorni di festa per consentire agli alunni di tornare a scuola il 7 gennaio. Un grande grazie va al personale della scuola, che ha lavorato con grande impegno durante la pausa natalizia per permettere ai bambini di entrare in classe”.

“Importante è stato il contributo della Regione Toscana – prosegue il sindaco Federico Balocchi – che ha cofinanziato l’intervento con 190mila euro sull’ammontare complessivo di 250mila euro. Il Comune di Santa Fiora si impegna, adesso, per la sostituzione dei vetri e dei termosifoni, prevedendo di eseguire i lavori a partire dalla prossima pausa delle attività scolastiche, per non impattare sulle lezioni. Inoltre, a breve acquisteremo nuovi arredi per le classi e per la segreteria. Abbiamo oggi riaperto una struttura eccellente per una scuola di eccellenza”.

Commenti