Bloccata nella fila del drive through mentre va all’iperbarica «Mi sono sentita male. Ho rinunciato alla cura» fotogallery

Più informazioni su

GROSSETO – «Mi sono sentita male e sono dovuta tornare a casa senza terapia». È il racconto di una nostra lettrice, Anna Spinelli, che questa mattina è rimasta imbottigliata nel traffico tra le auto all’ospedale Misericordia. Le auto erano ferme in coda, perché questa mattina era previsto il tampone per le donne in gravidanza.

«Questa mattina con la Misericordia che doveva portarmi a fare la Camera iperbarica, siamo rimasti bloccati nel traffico in ospedale. Sono scesa dalla macchina, io e un’altra signora che viaggiava in un’altra auto sempre con la Misericordia e siamo andate a piedi al freddo zigzagando tra le auto ferme in coda all’interno dell’area ospedaliera»

«Ho aspettato all’esterno per oltre 15 minuti, al freddo. Mi sono sentita male e sono dovuta tornare a casa senza terapia» conclude la lettrice che si interroga sulla scarsa attenzione dimostrata per la sua situazione».

Più informazioni su

Commenti