Disservizi, la sindaca: «L’unico obiettivo di Fratelli d’Italia era fare una “giornalata”»

Più informazioni su

CINIGIANO – In questi giorni Daniele Puggioni, il presidente del circolo Fratelli d’Italia di Cinigiano, nel denunciare a mezzo stampa i guasti alla rete telefonica che si sono verificati nel territorio, si è scagliato contro il Comune, accusando i suoi rappresentanti di «indifferenza e pressappochismo» rispetto al problema. Ma il sindaco di Cinigiano Romina Sani non ci sta:

«È proprio un’arte quella di scivolare dietro alle lamentele – dice la sindaca -. La fretta e la leggerezza di chi riporta informazioni sommarie senza inserirle in un contesto di verifica e approfondimento, genera l’illusoria convinzione di sapere tutto senza l’impegno e la fatica necessari.

Puggioni usa il mormorio e le lamentele pro domo sua per interloquire su tutto. Peccato. Il suo intervento sarebbe stato utile se posto in altri termini; soprattutto perché la sottoscritta, accusata da Fratelli d’Italia di pressappochismo, ritiene che l’ascolto sia un atto fondamentale della correttezza in politica e ha tutta la volontà di ascoltare anche Puggioni, che però si limita a una “giornalata” per portare avanti i suoi obiettivi personali, senza mai aver posto direttamente la questione nelle sedi opportune.

Nelle problematiche quotidiane mi sforzo di essere una buona comunicatrice per riportare i contenuti con verità, intesa non come verità assoluta, ma come il mio punto di vista in assoluta buona fede ed espresso correttamente. Rispondo all’attacco di Fratelli d’Italia praticando la gentilezza, intesa come il più potente strumento per disinnescare le semplificazioni che portano all’autoritarismo.

Informo Puggioni che i disservizi Telecom Tim purtroppo esistono da tempo; nelle due o tre volte in cui è stato presente nel pubblico durante le sedute consiliari, sarà sicuramente venuto a conoscenza della mozione sui disservizi Telecom presentata in data 4 novembre 2019 dal gruppo di maggioranza e approvata all’unanimità, con cui si diede mandato al Sindaco e alla Giunta di farsi portavoce delle istanze dei cittadini, per far sì che i pesanti disagi riguardo il cattivo funzionamento dei servizi fonia ed Adsl sul territorio comunale fossero risolti e superati, soprattutto in alcune zone del territorio comunale.

Tale mozione fu inviata alla direzione generale Telecom Italia, al Ministro telecomunicazioni, alla Regione Toscana e alla Provincia di Grosseto per assumere una posizione comune per la risoluzione di tali disagi. Il testo della mozione riportava che: “È inaccettabile che il cittadino debba rivolgersi ripetutamente a questa Amministrazione comunale per superare questioni che dovrebbero essere risolte automaticamente da Telecom Italia in base ad una forma naturale di adempimento del contratto di fornitura di servizio con un’azienda alla quale essi pagano un abbonamento, quindi un’azienda che ha l’obbligo contrattuale di garantire l’erogazione dei servizi previsti.” Questo testimonia il lavoro costante svolto dal Sindaco, che da tempo si occupa in prima persona di segnalare i guasti non risolti al responsabile Infrastrutture in Banda Larga e Ultra larga, Ing. Alessandro Billi, a cui vanno i miei ringraziamenti per la sua cortese sollecitudine nel rispondere.

Sorprende che Puggioni abbia scoperto la problematica solo il 10 dicembre scorso, come sorprende l’accusa al Sindaco e agli amministratori comunali di indifferenza e pressappochismo sulla vicenda. In questo periodo ho ricevuto quattro segnalazioni di guasti alle linee telefoniche, due relative alle Farmacie e due alle utenze domestiche; queste sono state puntualmente ripristinate, ma in caso di maltempo tornano a non funzionare.

Oltre ad interagire direttamente col gestore, quando i tempi di ripristino del servizio si allungano, il cittadino può rivolgersi all’Amministrazione comunale tramite i canali ufficiali (pec, e-mail, telefonate). Non sempre è utile lamentarsi su Facebook, perché Facebook non contribuirà a risolvere il problema. A questo proposito proprio recentemente abbiamo istituito un nuovo strumento per le segnalazioni: il numero whatsapp 338/1063851che ha la doppia veste di “Il Comune informa il cittadino” e “Il cittadino informa il Comune”. Inoltre abbiamo aderito alle politiche regionali sulle infrastrutture che hanno visto due investimenti importanti sul nostro Comune relativi: al potenziamento delle cabine per internet veloce e alla messa in opera della fibra in alcuni paesi (le richieste di attivazione sono state prese in carico, in attesa che Openfiber completi l’aggiornamento dei dati del catasto).

Continua il serio impegno del sindaco e di questa Amministrazione, in sede Anci e nei confronti della Regione Toscana, per ribadire l’importanza delle progettualità sulle infrastrutture telematiche e sulla connessione, come strumento di rilancio delle aree interne e periferiche come Cinigiano, caratterizzate da abitazioni sparse in zone rurali che dovranno trovare la necessaria copertura. Considerato che la pandemia in atto ci ha fatto percepire ancora di più l’importanza delle infrastrutture telematiche per studenti e lavoratori nello svolgimento delle loro attività.

Concludo dicendo che proprio oggi, a riprova di quanto detto, abbiamo presentato a Regione Toscana una domanda per il potenziamento dei collegamenti internet delle nostre scuole con contributi all’allaccio alla fibra ottica laddove presente e in alternativa collegamenti internet su parabola laddove non arrivi la linea veloce e la fornitura di access points e routers, per consentire collegamenti multipli e simultanei al personale scolastico in caso di didattica a distanza».

Più informazioni su

Commenti