Il Consiglio approva il bilancio di previsione: «Mai stato difficile come quest’anno»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Nonostante la proroga al 31 gennaio 2021 disposta dal decreto legge “Rilancio”, il Consiglio comunale di Castiglione della Pescaia, nella seduta del 30 dicembre, ha approvato a maggioranza il bilancio di previsione finanziario 2021-2023 insieme al documento unico di programmazione (DUP). La Giunta, inserendo questo argomento all’ordine del giorno dell’ultimo Consiglio comunale del 2020 ha così evitato l’esercizio provvisorio.

«Mai come quest’anno tuttavia, il percorso per raggiungere l’obbiettivo è stato particolarmente arduo e tortuoso. Ad accrescere le incertezze per definire la nuova manovra finanziaria, sono stati gli effetti della pandemia e le attese sulle misure introdotte dal Governo per mitigarne le ricadute sui conti degli enti locali – spiegano dal Comune -. Inoltre, l’approvazione del bilancio di previsione, in assenza della legge di bilancio 2021, non consente agli enti di definire con certezza le scelte. Persistono ancora altri nodi irrisolti come il superamento dell’imposta comunale sulla pubblicità e del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche a partire dall’1 gennaio 2021.

In fase di preparazione degli atti di bilancio non era conosciuta la risposta del Governo alle richiesta Anci volta a garantire quanto meno un’adesione volontaria da parte dei Comuni e il rinvio della scadenza del termine al 31 dicembre 2021.

A questa criticità va legata la mancanza di criteri certi per la definizione delle tariffe, tasse e imposte per il 2021, come appunto la Tari condizionata dalle nuove disposizioni Arera e alla predisposizione del Pef definitivo.

Malgrado tutto ciò la Giunta castiglionese ha deciso di mantenere inalterate le aliquote di tasse e imposte comunali con l’impegno di una revisione delle stesse, in riduzione, per sostenere famiglie e imprese in un anno che, è augurabile, potrà essere caratterizzato da una ripresa economica del paese e un superamento dell’emergenza sanitaria. Ancora una volta la Giunta ha deciso la non applicazione dell’addizionale Irpef».

«Siamo riusciti ad approvare il bilancio 2021-2023 entro la fine dell’anno – dichiarano il sindaco Giancarlo Farnetani e l’assessore al bilancio Walter Massetti -, tappa fondamentale per assicurare la partenza dei lavori previsti dal piano triennale e garantire il corretto funzionamento dell’ente. Vista la situazione emergenziale si tratta di un primo step e sicuramente nei prossimi mesi dovremo valutare l’evolvere della situazione economica sulla base anche della pandemia. Ci aspettano mesi incerti, ma li affrontiamo con i conti in ordine dopo l’approvazione della salvaguardia di bilancio del 30 novembre e anche con la guida di questo bilancio di previsione che fornisce un preciso indirizzo al nostro futuro».

«Un ringraziamento speciale – sostengono il sindaco Giancarlo Farnetani e l’assessore alle finanze Walter Massetti – va a tutti gli uffici del Comune che hanno permesso di raggiungere questo importante obiettivo. Predisporre gli atti nei tempi e in assenza della legge di bilancio nazionale è sicuramente un impegno per tutti, nella consapevolezza che a breve dobbiamo rimetterci mano per la riduzione di imposte e tasse comunali, soprattutto per quanto riguarda la Tari».

«Tutti hanno dimostrato un grande senso civico e di responsabilità – continuano gli amministratori – siamo tra i pochi Comuni d’Italia che ha approvato nei termini il bilancio. E non è la prima volta che lo facciamo prima della fine dell’anno. È una scommessa. Si è affrontato il bilancio con senso di concretezza, consapevoli dei possibili sviluppi che lo stesso potrà avere in seguito».

La Giunta che amministra la cittadina costiera è soddisfatta sia per il lavoro svolto fino ad oggi, che per le scelte compiute sul bilancio, tutte indirizzate a completare gli impegni assunti all’inizio mandato e per aver mantenuto una corretta gestione contabile, rispettando gli equilibri, anche in assenza di revisione dei criteri per il calcolo del fondo di solidarietà comunale che, fino ad oggi, ha penalizzato fortemente il bilancio castiglionese.

«Con questo bilancio – sostengono sindaco e assessore – la Giunta continuerà ad apportare tutte le misure possibili per sostenere le famiglie, le attività produttive e l’erogazione dei servizi. Proseguiremo con le nostre scelte sulle politiche della famiglia, del sociale, mantenendo alta l’attenzione sull’istruzione e verso il mondo della scuola. Continueremo nell’azione di cura del territorio con la manutenzione del patrimonio pubblico, dell’ambiente, sulla mobilità e il sostegno alle associazioni locali».

«Altro traguardo – aggiungono Farnetani e Massetti – sarà quello di migliorare le manutenzioni ordinarie con particolare riferimento alle scuole, ai cimiteri, all’impiantistica sportiva, al verde pubblico e ai parchi. Nel 2021 sono in programma diversi investimenti previsti con il piano triennale delle opere, tra cui: l’efficientamento energetico, la manutenzione delle strade comunali, il completamento della riqualificazione di via Roma, l’inizio dei lavori nei quattro tratti della Ciclovia Tirrenica, la sistemazione della residenza per autosufficienti a Vetulonia e l’inizio dell’intervento sociale di Fattoria delle anatre».

«Quello dell’anno appena concluso è stato un percorso a ostacoli a causa dell’emergenza sanitaria – concludono il sindaco Farnetani e l’assessore Massetti – ma adesso l’amministrazione, approvando il bilancio di previsione 2021/2023, è nelle condizioni di poter affrontare i prossimi mesi, che resteranno delicati a causa della crisi economica legata alla pandemia. La volontà dell’amministrazione è evidente sia sugli aspetti sociali che economici, seppur nella limitatezza delle risorse a disposizione, e non farà mancare il proprio supporto ai nostri concittadini».

Commenti