Ex hotel David, il centrodestra: «Il sindaco faccia chiarezza e smetta di incolpare gli “altri”»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – “La risposta del sindaco Giancarlo Farnetani serve soltanto ad aumentare la confusione e a continuare i sui giochetti pre-elettorali”.

A scriverlo, in una nota, il centrodestra castiglionese in merito alla questione dell’ex hotel David.

“Per cominciare – proseguono – nella delibera sull’ex hotel David, portata in Consiglio il 30 dicembre, si parla di 27 abitazioni, mentre i castiglionesi non sanno che di appartamenti quasi finiti ce ne sono 40. Che ne sarà degli altri 13 appartamenti? Saranno demoliti? Il sindaco manderà una ruspa?

Chiediamo di essere chiaro e di spiegare ai cittadini di quante abitazioni stiamo parlando e di come saranno concepite.

Il sindaco nell’articolo parla di “una nuova struttura extra alberghiera che implementerà il sistema di accoglienza del paese”. Di che struttura stiamo parlando? Perché stiamo parlando un nuovo condominio di seconde case. E se così fosse, in che modo implementerà l’accoglienza?
Le seconde case portano ben pochi frutti alle casse comunali, le strutture ricettive invece fanno girare l’economia del paese. Questa è la sua programmazione turistica?

Ci verrebbe da pensare che ha perso forse l’ennesima causa e si è dovuto accordare con il privato dopo aver perso 10 anni e oltre un milione di euro e aver fatto un capolavoro fallimentare con la gestione del Peep per cui otto famiglie castiglionesi hanno perso un bel po’ di soldi (questione che stiamo affrontando).

Si scaglia ancora una volta contro la gestione politica del passato, le colpe sono sempre e solo degli “altri”, salvo poi riprendere in mano quelle stesse proposte duramente condannate e ostacolate al tempo per riproporle con il classico trucco delle tre carte. E comunque siamo tutti stufi delle solite accuse rivolte alle precedenti amministrazioni, non servono a niente, quello che davvero serve, per citare Massimo Emiliani, è la trasparenza, che purtroppo negli ultimi dieci anni dell’attuale amministrazione è del tutto mancata. Ma i cittadini non sono stupidi e infatti con il voto delle regionali l’hanno bocciata con un secco “cappotto”.

Ormai nessuno crede più alle parole di Farnetani, al suo moralismo spicciolo che incolpa “gli altri” di nefandezze e assolve se stesso per le medesime.

Il sindaco ha davanti a sé ancora pochi mesi di governo – conclude il centrodestra -, gli suggeriamo quindi di concentrarsi sulla campagna elettorale della maggioranza che rappresenta, invece di accusare “gli altri” di “diffondere parole in libertà” in vista delle elezioni. Potrebbe infatti spianare la strada alla sua vice, una candidata ottimale per tutti i partiti e per tutte le stagioni”.

Commenti