Coronavirus, il Comune rinuncia agli affitti: «Così si aiutano le attività»

Più informazioni su

PIOMBINO – Contro gli effetti economici dell’emergenza generata dalla pandemia, il Comune di Piombino ha deciso di rinunciare alla riscossione dei canoni di locazione dei mesi di ottobre, novembre e dicembre per gli immobili di proprietà occupati da attività produttive che sono state interessate dai provvedimenti di chiusura.

“Si tratta di una delle molte azioni che, come Amministrazione, abbiamo voluto mettere in campo a sostegno di quelle attività che hanno dovuto abbassare le saracinesche e rispettare i divieti imposti dalla Stato – commenta Sabrina Nigro, assessore alla Attività produttive -. Il nostro impegno è stato variegato e, con questa ulteriore scelta, desideriamo dare ossigeno agli operatori in difficoltà. Il nostro auspicio è che anche dal privato possano arrivare forme di soccorso e di sollievo che, in questo particolare e delicatissimo momento, possono veramente essere salvifiche”.

Più informazioni su

Commenti