Quantcast

Rifiuti, la maggioranza contro il nuovo metodo tariffario: «Così Tari più alta. Presentata una mozione»

FOLLONICA – “Come gruppi di maggioranza abbiamo presentato un atto politico di pari passo all’atto della determinazione del Piano Economico Finanziario (Pef) 2020 in materia delle tariffe Tari. Infatti, ci sentiamo in dovere di prendere una posizione critica in merito al nuovo metodo di calcolo delle tariffe su base Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), che comporterà ai cittadini un aumento delle tariffe Tari”.

A scriverlo, in una nota, i gruppi di maggioranza Partito Democratico, PrimaVera Civica e Follonica a Sinistra.

“Noi, come maggioranza – prosegue la nota -, non ci stiamo ad accettare quello che definiamo solo un incremento e nessun miglioramento dei servizi offerti dal gestore; il tutto dovuto a quella che viviamo come una imposizione dall’alto a causa di un sistema nazionale che non valorizza i comuni virtuosi come quello di Follonica, impegnato da anni in una differenziata spinta in un’ottica di economia circolare e di riciclo”.

“Pertanto – concludono dalla maggioranza -, con questa mozione, vogliamo impegnare il sindaco e la Giunta a muoversi nelle seguenti direzioni:

a comunicare ad Arera e alle altre autorità competenti la presa di posizione del Consiglio Comunale di Follonica che chiede ad Arera di ripensare complessivamente il sistema delle tariffe, premiando quelle realtà locali e quei gestori che decidano di perseguire la scelta della differenziata spinta, del riciclaggio dei materiali e della chiusura del ciclo dei rifiuti con modalità che riducano il più possibile (fin quasi ad escluderlo) il ricorso all’incenerimento e al conferimento in discarica;

ad attivarsi presso la Regione Toscana affinché la Regione assuma una posizione chiara rispetto al metodo Arera con particolare riferimento al riconoscimento dell’efficienza del servizio e al sostegno a quei comuni che, avendo investito in sistemi di raccolta, seguendo le linee guida della Regione Toscana, come il porta a porta, che migliorano le performance di raccolta, risultano essere più penalizzate dal sistema Metodo Tariffario Rifiuti (Mtr)”.

 

 

Commenti