Quantcast

Pastorelli: «La Regione si faccia pioniera del Piano Lupo per l’abbattimento del 5% dei predatori»

SATURNIA – “Un’altra azienda maremmana ha subito un attacco dei predatori. L’attacco è avvenuto a Saturnia (Manciano), massima solidarietà ai pastori”.

A scriverlo, in una nota, la presidente del Comitato Pastori d’Italia, Mirella Pastorelli.

“Per senso di responsabilità – prosegue Pastorelli –, e non solo verso le tante aziende del settore, ma anche verso l’intera collettività, la quale non può vivere nella paura, denunciamo con forza quanto accaduto.

La paura causata da un branco di predatori che si aggirano tranquillamente per le campagne mancianesi, e che spesso si avvicinano ai centri abitati in cerca di cibo, non può essere più tollerata. Pertanto, richiamiamo ancora una volta l’attenzione della politica su questo, come su altri episodi accaduti e così pericolosi.

Facciamo appello questa volta, dopo averlo fatto alcune settimane fa, all’assessore toscano all’Agricoltura Stefania Saccardi, persona che tra l’altro si è resa molto disponibile ad ascoltare le problematiche degli allevatori, al ministro all’Ambiente Sergio Costa, affinché venga preso in considerazione l’attuazione del Piano Lupo, con l’abbattimento del 5% dei predatori nella regione Toscana, così che la Regione diventi pioniera in Italia nell’attuazione di tale piano.

Sappiamo benissimo – conclude Mirella Pastorelli – che l’abbattimento nella misura del 5% dei predatori rappresenta una misura irrisoria rispetto alla popolazione di lupi e ibridi, e anche rispetto agli abbattimenti che avvengono negli altri paesi europei; ma resta comunque un primo passo per iniziare a tutelare sia le aziende che i cittadini, vista anche la gravità dell’episodio accaduto a Saturnia”.

Commenti