Quantcast

Legge di Bilancio, Ripani: «Accolto il mio ordine del giorno per l’istituzione del “Bonus Wellness”»

ROMA – “Dopo la bocciatura in fase emendativa, è stato accolto con parere favorevole il mio ordine del giorno alla Legge di Bilancio che propone l’istituzione del cosiddetto ‘Bonus Wellness'”, scrive, in una nota, la deputata maremmana di Forza Italia Elisabetta Ripani.

“L’ordine del giorno – prosegue – impegna il Governo a valutare l’opportunità di adottare iniziative normative volte a prevedere l’istituzione di un bonus attività sportiva (cosiddetto «Bonus Wellness») pari al 40 per cento della spesa sostenuta, non superiore a 150 euro, per l’iscrizione annuale e l’abbonamento ad associazioni sportive, palestre, piscine, e altre strutture ed impianti dedicati alla pratica sportiva dilettantistica. Una misura fortemente richiesta dagli addetti del settore, utile per incentivare gli utenti, favorire le iscrizioni e stimolare la ripresa futura.

Porto a casa questo importante risultato sollecitando il Governo al rispetto dell’impegno appena preso, ma non posso non manifestare una grande delusione nel veder approvare una manovra sovraccarica dei bonus più disparati e inutili mentre il piatto di associazioni e società sportive dilettantistiche piange. Lo sport ha un ruolo eccezionale nella vita economica e sociale del Paese ma solo il Governo pare non essersene accorto, disponendo da inizio pandemia chiusure punitive non supportate da evidenze scientifiche, corrispondendo ristori blandi e inadeguati, e, soprattutto, tergiversando sulle riaperture a gennaio.

Si deve ripartire in sicurezza con data certa e senza continue battute d’arresto. Non basta il generico impegno del ministro Spadafora, tutto il Governo deve adoperarsi affinché il 2021 rappresenti l’anno del riscatto e della rinascita del sport. Si smetta di pensare ai rimpasti ed al salvataggio delle poltrone: l’urgenza impellente non è scongiurare la crisi dell’esecutivo, ma quella che nel Paese reale sta facendo strage di attività economiche.

Forza Italia c’è – conclude – e continua la sua battaglia a sostegno dello sport”.

 

Commenti