Quantcast

Vaccine day anche a Grosseto: ecco i primi vaccinati. Il racconto di una giornata storica. FOTO E VIDEO fotogallery video

Più informazioni su

GROSSETO – Due medici, un’infermiera e un farmacista. Sono loro i primi quattro vaccinati della provincia di Grosseto in questo giorno particolare e storico che prende il nome di “Vaccine day”.

Vaccine Day 2020

In tutta Europa infatti è iniziata oggi la vaccinazione contro il covid19 dopo che alcuni giorni fa l’Ema (l’ageniza del farmaco europea) e l’Aifa (l’agenzia italiana del farmaco) avevano dato il via libera al vaccino di Pfizer Biontech.

Le prime dosi sono arrivate in Maremma stamattina: il furgone con il vaccino è giunto in città scortato dalla polizia stradale.

Il cryo box che conteneva le prime 45 dosi è stato consegnato agli operatori dell’ospedale Misericordia di Grosseto e messo al sicuro a -80° gradi centigradi.

Poi la somministrazione del vaccino: le prime quattro persone stamattina, mentre le altre 41 nel corso della giornata di oggi. tra 21 giorni poi, il 17 gennaio, tutti dovranno fare il richiamo così come prevede il protocollo di questo tipo di vaccino che prevede la somministrazioni di due dosi a distanza di tre settimane l’una dall’altra.

Ecco chi sono i primi quattro vaccinati estratti a sorte tra gli operatori della Asl Toscana sud est: Dino Andriani, medico, Marco Peruzza, pneumologo area covid, Leda Costa, infermiera, Fabio Lena, direttore del dipartimento del farmaco.

Nei prossimi giorni, già domani e dopo domani arriveranno nuove dosi che saranno somministrate al personale sanitario. Poi sarà un flusso più o meno continuo che riprenderà nei primi giorni del nuovo anno. Ricordiamo che questa prima fase vaccinale in Italia riguarderà il personale sanitario e gli ospiti anziani delle Rsa.

Stamattina all’incontro con la stampa insieme ai primi vaccinati erano presenti anche il direttore sanitario della Asl Toscana sud est Simona Dei, il direttore del Misercirodia Massimo Forti, l’assessore regionale Leonardo Marras e la consigliera regionale Donatella Spadi.

Più informazioni su

Commenti