Quantcast

Open day alla scuola dell’infanzia di Barbanella: appuntamento online con le insegnanti

GROSSETO – Accogliere, guidare, stimolare il pensiero e la riflessione, crescere insieme ed imparare a condividere: questi i principi che ispirano l’attività educativo-didattica delle insegnanti della Scuola dell’Infanzia di Barbanella – Il Pollino.

“L’ingresso della scuola dell’Infanzia costituisce di fatto una tappa decisiva nella vita del bambino, e determina profondamente i suoi atteggiamenti verso i successivi ordini e gradi di scuola – sottolineano le insegnanti del plesso, coordinate da Cristina Barbetti – e proprio nella Scuola dell’infanzia il bambino comincia a maturare quelle competenze sociali che condizioneranno profondamente il suo comportamento futuro, le sue modalità relazionali ed il ruolo che assumerà all’interno del gruppo.

La scuola dell’infanzia è un setting necessario al processo di maturazione del bambino da un punto di vista non solo cognitivo ma anche sociale ed emotivo. Con il primissimo ingresso in sezione bambino diventa più autonomo, più indipendente, sviluppa la fiducia in se stesso, impara a condividere e a rispettare le regole del gioco, sperimenta cosa significhi fare amicizie, instaura nuove relazioni con gli adulti e con i pari. È questo che questo ispira il nostro agire quotidiano”.

La Scuola dell’infanzia dell’istituto comprensivo Grosseto 5 Barbanella – Il Pollino è un presidio educativo storico di Grosseto ed accoglie bambini residenti nel quartiere di Barbanella, ma anche alunni provenienti da altre zone della città. È dotata di 8 aule di grandi dimensioni, di un salone mensa, di una palestra e di un ampio giardino recintato. L’offerta formativa prevede sia 40 ore settimanali, sia il modulo a 25 ore senza il servizio mensa. Ricca e varia la proposta didattica, all’insegna dell’accoglienza, della partecipazione, e della sostenibilità.

“La nostra scuola – continuano -, nel corso degli anni, ha sempre fattivamente collaborato con il Comune di Grosseto e con altri enti ed associazioni operanti sul territorio per la realizzazione di numerosi progetti qualificanti, che le misure di contenimento anti-contagio hanno in parte limitato, ma che non vediamo l’ora di riproporre. Tra i vari progetti ne ricordiamo alcuni davvero significativi, tra cui “I CARE… mi prendo cura di…..”, organizzato con la collaborazione dall’amministrazione comunale, con l’obiettivo di sensibilizzare alunni e famiglie sulla necessità di prendersi cura della città e del quartiere e realizzato insieme alla scuola primaria, ed il progetto “L’acqua è sapiente.. proteggiamola”, un “viaggio” attraverso le tradizioni popolari del nostro territorio, legato all’elemento acqua ed al suo rispetto (tra gli enti organizzatori l’Uisp e l’Acquedotto del Fiora). Recentemente abbiamo aderito al Progetto per l’inclusione “Un percorso per un sorriso”, gestito dal Centro territoriale di supporto, e grazie a questa partecipazione il nostro grande giardino si è arricchito, oltre che da una serie di gazebo che ci permettono di decentrare le nostre attività quotidiane, di una struttura-gioco ad alto valore didattico ed esperienziale.

Il progetto Arte invece ha visto alcune sezioni collaborare con gli alunni del Liceo Artistico di Grosseto per la realizzazione di una mostra e di un murale.

L’arte è diventata un’esperienza artistica da conoscere, manipolare, arricchire, riutilizzare e manipolare, ed anche se speriamo che presto si possa tornare alla completezza dell’attività ordinaria, anche in questo periodo di pandemia non abbiamo perso occasione di creare e divertirci insieme ai nostri bambini.

Il nostro istituto si contraddistingue inoltre per la grande capacità di “sfruttare” e valorizzare le risorse interne per realizzare progetti e percorsi, anche attraverso attività di autoformazione del personale docente. L’insegnamento della lingua inglese e l’attività psicomotoria sono progetti molto graditi dai bambini, che si concludono con delle feste di fine anno, realizzate dalle varie sezioni unite nell’ottica di un lavoro a classi aperte, occasioni festose che hanno lo scopo di far divertire noi e gli alunni, e condividere con i genitori e con tutta la comunità educante il percorso svolto durante l’anno scolastico” concludono le insegnanti.

Appuntamento con l’Open Day online il 14 dicembre alle ore 17.30 per presentare, con la presenza della dirigente Francesca Iovenitti, la  proposta didattica della scuola: https://global.gotomeeting.com/join/922346709.

Info www.icgrosseto5.edu.it.

Commenti