Quantcast

L’ambito turistico Maremma Toscana Area Nord in corsa per il titolo di “Comunità europea dello sport”

FOLLONICA – Gli otto comuni dell’ambito turistico Maremma Toscana Area Nord (Follonica, Scarlino, Gavorrano, Massa Marittima, Castiglione della Pescaia, Montieri e Monterotondo) puntano a un appuntamento importante che si svolgerà nel mese di novembre 2021 a Bruxelles: la consegna del titolo di “Comunità europea dello sport”. Un obiettivo importante la cui candidatura è stata ufficializzata questa mattina in streaming in una conferenza stampa congiunta tra i rispettivi sindaci.

Il titolo di “Comunità europea dello sport” è un riconoscimento che ogni anno viene assegnato nella capitale del Belgio da Aces Europe, un’associazione no profit con sede a Bruxelles che consegna dal 2001 il premio di “European Capital of Sport”.

Il dossier maremmano della candidatura che verrà presentato dovrà includere i principali requisiti di responsabilità e di etica dello sport, nella consapevolezza che è un fattore di integrazione nella società, per il miglioramento della qualità della vita e la salute di chi lo pratica.

La candidatura unita degli otto comuni dell’ambito è senz’altro una grande opportunità per l’intero territorio anche in termini di turismo. Lo dimostra l’esempio di Castiglione della Pescaia che già nel 2013 aveva presentato la propria candidatura, riuscendo a incrementare le presenze di quasi 300mila grazie all’organizzazione di eventi sportivi, tra cui il Giro d’Italia.

Il sostegno alla candidatura arriva anche dalla Regione Toscana tramite l’assessore regionale al turismo Leonardo Marras che si è complimentato per la decisione di candidarsi. «Vi sosteremo nel modo in cui ce lo chiederete – ha detto -, e vi supporteremo non solo nella candidatura ma anche nella realizzazione del progetto».

Il dossier dovrà essere presentato entro 31 marzo 2021 all’Aces per la valutazione, nel mese di settembre o ottobre è prevista la visita della commissione ed entro la fine anno si saprà se ambito sarà ammesso.
R

imane da incrociare le dita per una strategia vincente degli otto comuni che hanno deciso di puntare su questo progetto univoco.

Commenti