Turismo: la Toscana punta sulla Cina. Marras: «Gli operatori si promuovano sull’app Wechat»

FIRENZE – Il turismo cinese, fra quelli a lungo raggio, potrebbe essere tra i primi a ripartire e la Regione, attraverso il suo braccio operativo “Toscana Promozione Turistica”, chiede così agli operatori di farsi avanti se interessati a promuovere attraverso l’account ufficiale dell’agenzia, che diventerà una sorta di grande vetrina, i loro pacchetti su “Wechat”, l’app di messaggi più diffusa in Cina.

L’avviso, già rivolto alle strutture ricettive, ora si apre ai tour operator, alle agenzie di viaggio specializzate in incoming e ad enti, consorzi pubblici-privati o società (quelli che gli addetti ai lavori chiamano Dmc e Dmo) che si occupano di promozione e marketing di piccole e grandi realtà locali. Iscriversi è gratuito. L’obiettivo è quello di presentare pacchetti turistici sulla Toscana sia al pubblico sia ai tour operator cinesi. L’iniziativa del resto rientra in un più ampio accordo sottoscritto, oltre che con Wechat, con Ctrip Group, il più grande portale turistico cinese con circa 300 milioni di utenti registrati, e con Cctv, che è il più grande network televisivo della Cina che conta oltre 200 emittenti e un raggio di azione che copre tutta l’Asia.

“Dobbiamo continuare a lavorare pensando ad essere pronti alla ripresa dei movimenti a fine 2021, per accogliere visitatori e ospiti da tutto il mondo con offerte dedicate e prodotti turistici innovativi e rinnovati – commenta l’assessore al turismo, Leonardo Marras – L’iniziativa va proprio in questa direzione e ringrazio Toscana Promozione per l’ottimo lavoro svolto fin qui e che porterà avanti nei prossimi mesi”. “Visto che il mercato cinese è tra primi a dare cenni di nuova dinamicità, oltre che importante – aggiunge l’assessore – dico agli operatori di cogliere l’occasione offerta da questa grande vetrina internazionale e di iscriversi al progetto”.

Nella campagna di promozione l’idea è quella di puntare sulla Toscana da visitare per i suoi bei paesaggi e la natura, per la sua cultura e l’enogastronomia. Le agenzie di viaggio on line cinesi già registrano un aumento e crescente interesse verso i viaggi internazionali ed intercontinentali. Al ripristino dunque delle tratte aeree di collegamento con l’Europa ci sono tutti i presupposti per il ritorno copioso anche in Italia e in Toscana dei turisti cinesi. A primavera 2021 sarà rilanciata la campagna di promozione internazionale “Toscana, Rinascimento senza fine”, dedicata ai mercati esteri e segmentata con specifici prodotti turistici, e la Cina, uno dei Paesi più importanti per l’incoming regionale, sarà il primo mercato per l’appunto ad essere interessato.

“Con questo sistema di partnership tra pubblico e privato intendiamo potenziare la nostra presenza sul mercato asiatico – dichiara Francesco Palumbo, direttore di Toscana Promozione Turistica – La Cina è leader per le transazioni mobile, i social media e l’uso delle piattaforme multicanali, canali strategici per rafforzare l’offerta dei nostri prodotti turistici. La call rivolta agli operatori toscani rappresenta dunque un altro tassello importante che si aggiunge alle azioni di destination marketing che stiamo attuando per far sentire la voce della Toscana, anche in un momento difficile per il settore, a coloro che in Cina sognano di viaggiare e dare corpo alla forza del brand Toscana con offerte concrete”.

Commenti