La minoranza incalza il sindaco: «Riaprire subito il bando per le imprese in difficoltà»

Più informazioni su

MANCIANO – “Nel corso del consiglio comunale del 29 novembre il gruppo di minoranza ha chiesto all’amministrazione comunale di Manciano di riaprire con un provvedimento immediato il bando a sostegno delle attività produttive duramente colpite dalle misure restrittive adottate per far fronte al diffondersi del contagio”. A scriverlo è Giulio Detti, consigliere del gruppo di minoranza tradizione e futuro a Manciano.

“Il sindaco – incalza Detti – non può non tener conto dello stato di necessità in cui si trovano tante imprese e attività che purtroppo non sono rientrate tra i beneficiari delle misure di sostegno economico adottate dall’amministrazione nei mesi estivi ed erogate tramite assegni circolari nelle ultime settimane. Purtroppo, a causa di una insufficiente comunicazione verso la platea dei beneficiari, numerose famiglie del nostro comune non hanno potuto usufruire del contributo a fondo perduto di circa 500 euro”.

“Durante il consiglio comunale – aggiunge il consigliere – abbiamo quindi richiesto con forza che venga riaperto il bando stanziando nuove risorse e che ne vengano informati e coinvolti commercialisti, associazioni di categoria ed organizzazioni sindacali, così da dare una pubblicità adeguata alla misura, mettendo tutti nelle condizioni di partecipare. Il ristoro di poche centinaia di euro non rappresenta sicuramente la soluzione ai seri problemi che si stanno riscontrando nel nostro tessuto economico, ma è indispensabile utilizzare in modo celere ogni risorsa disponibile a favore di chi si trova in difficoltà”.

“Ci stiamo avvicinando al periodo natalizio – conclude Detti – e purtroppo le incertezze dei prossimi mesi stanno creando uno stato di forte preoccupazione tra i gestori delle attività duramente colpite, chiediamo quindi al sindaco di ascoltare la richiesta di aiuto che proviene dalla nostra comunità e di agire con celerità mettendo a disposizione le risorse presenti nelle casse comunali nell’interesse dell’economia di tutto il nostro territorio”.

Più informazioni su

Commenti