Lite Berardi-Covitto, il sindaco attacca l’opposizione: «Scesa a livelli imbarazzanti»

ORBETELLO – “Leggendo il comunicato del capogruppo Luca Aldi circa la vicenda avvenuta in Comune tra un consigliere comunale e un dipendente comunale, abbiamo ancora un volta avuto la conferma di quanto questa opposizione sia inconsistente ed inconcludente e cerchi disperatamente un pretesto per creare polemica inutile e per far vedere che esiste ancora”, scrive, in una nota, il sindaco di Orbetello Andrea Casamenti.

“La riunione che si è tenuta in Comune – prosegue -, al termine della quale è scaturito il fatto noto, era stata richiesta dal sottoscritto con la presenza dei due dirigenti ai Lavori pubblici e Patrimonio e dei due responsabili politici assessore al Patrimonio e delegato ai Lavori Pubblici per essere relazionato circa alcuni interventi realizzati dalla Società Pescatori.

Il sottoscritto, per motivi personali legati alla famiglia, dopo un po’ ha dovuto lasciare la riunione prima che fosse terminata. Non c’è quindi alcuna trama alla Beautiful o da libro di Agatha Christie. Non ci rendiamo conto di come Aldi e l’opposizione possano scendere a questi livelli.

La cosa invece che ci ha stupefatto deriva dal fatto che, mentre tutti i giornali online e la stessa Amministrazione comunale, a tutela dei due cittadini coinvolti, mantenevano come giusto l’assoluto riserbo sui due cognomi, il capogruppo Aldi nello stesso giorno del fatto con un post su Facebook ufficializzava i cognomi dei due cittadini coinvolti nel litigio.

Detto ciò, l’Amministrazione comunale non ha tempo per le sciocchezze dell’opposizione perché deve occuparsi di tante problematiche a cuore dei cittadini e gestire una difficile situazione di emergenza legata al Covid – conclude Casamenti -. Suggerisco quindi all’opposizione una terapia di gruppo per ritrovare il bandolo della matassa di una attività di opposizione che abbia un minimo di credibilità amministrativa”.

Commenti