Quantcast

Nasce Pillole musicali per l’anima: così l’arte entra negli ospedali anche in tempi di Covid

Più informazioni su

GROSSETO – Portare la musica negli ospedali della Toscana anche a distanza, anche e soprattutto in questo difficile momento segnato dalla pandemia Covid-19. E’ con questo spirito che nasce www.pillolemusicaliperlanima.it, il primo sito internet dedicato alla musica in ospedale in Toscana e probabilmente primo esempio nel suo genere in Italia.

Pillole musicali per l’anima è un progetto di rete frutto della collaborazione tra A.Gi.Mus. Firenze, Grosseto, Arezzo e Livorno e tutte le Aziende Ospedaliere della Toscana: Azienda Usl Toscana Centro, Azienda Usl Toscana Sud-Est, Azienda Usl Toscana Nord-Ovest, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina con una conferenza stampa online nella quale sono intervenuti Luca Provenzani (presidente A.Gi.Mus. Firenze), Gloria Mazzi (presidente A.Gi.Mus. Grosseto), Giancarlo Landini (direttore del Dipartimento Specialistiche mediche della Azienda Usl Toscana Centro), Chiara Guidoni dell’Ospedale Misericordia di Grosseto (Azienda Usl Toscana Sud-Est), Giovanni Squarci (responsabile comunicazione dell’Azienda ospedaliero-universitaria Careggi), Paolo Baldini (responsabile accessibilità informatica e della pubblicazione contenuti sito dell’Azienda Usl Toscana Centro).

Il progetto è nato durante i mesi del primo lockdown. A.Gi.Mus si occupa di musica in ospedale dal 1999, anno in cui, presso l’ospedale di Careggi a Firenze, è nato “Careggi in Musica”, progetto pilota in Italia e tra le primissime stagioni concertistiche di musica in ospedale. Ha organizzato oltre mille concerti in auditorium, sale d’attesa, reparti e corsie e ricevuto premi per la propria attività dalla Presidenza della Repubblica Italiana e dalla Camera dei Deputati, arrivando a coinvolgere 13 presidi ospedalieri in Regione.

La pandemia Covid-19 ha reso impossibile l’attività di persona all’interno degli ospedali.
Assieme alle Aziende ospedaliere che negli anni hanno ospitato le attività A.Gi.Mus. è nata quindi la volontà di concepire un progetto per continuare a offrire questo servizio oltre la presenza fisica, e al tempo stesso strutturare una risorsa desinata a rimanere nel tempo, utile anche per il futuro.

Pillole musicali per l’anima raccoglie video unici e inediti, che i musicisti A.Gi.Mus. hanno scelto e registrato (e continueranno a farlo con nuovi contributi nel tempo) pensando a chi a vario titolo si trova a frequentare l’ospedale: degenti, familiari, medici, personale sanitario. Ogni video è preceduto da una dedica, una spiegazione, una fotografia del “dietro le quinte” in cui gli artisti raccontano qualcosa di sé e si avvicinano a chi ascolta ancora più che ad un concerto. I video sono etichettati in base ad alcune indicazioni legate alle emozioni che il brano suscita e raccolti in quattro categorie: energia, relax, amore, meditazione. E’ semplice, in questo modo, trovare la musica più adatta al proprio stato d’animo, anche per chi non ha una preparazione musicale e non si è mai avvicinato prima d’ora alla musica classica.

Le Aziende ospedaliere potranno promuovere l’esistenza di questa risorsa all’interno degli ospedali, così che i pazienti dal loro luogo di degenza possano navigare nel sito internet ed essere accompagnati dalla musica in tutte le fasi del ricovero e anche dopo. Il sito può essere consultato in totale sicurezza da smarphone, tablet e computer. Il merito della realizzazione tecnica del sito va a Marco Innocenti e Paolo Baldini dell’Azienda Usl Toscana Centro.

Anche attraverso i video sarà possibile un’interazione diretta con gli artisti: l’indirizzo agimus.firenze@agimus.it è a disposizione per chiunque abbia commenti, suggerimenti, domande o anche richieste di brani da aggiungere nella piattaforma. La parola chiave è personalizzazione quindi i video saranno rigorosamente inediti e diversi da altri video reperibili in rete, in quanto concepiti appositamente per gli ospedali della Toscana.

Ha commentato Luca Provenzani, Presidente di A.Gi.Mus. Firenze: “Numerosi studi scientifici dimostrano come la musica interagisca con il nostro corpo e venga percepita non soltanto con le orecchie, ma con tutto l’organismo. La musica è la ‘medicina dell’anima’ e ci piace pensare che, con questo progetto, in qualunque momento possa essere a disposizione di chi ha voglia di trovare un momento di gioia, svago, distrazione in sua compagnia”

“Nei momenti di crisi, nelle situazioni più difficili è fondamentale cercare nuove modalità di comunicazione dei linguaggi artistici. – afferma Glori Mazzi, presidente di A.Gi.Mus. Grosseto – La musica è di fronte alla sfida di trovare diversi strumenti e canali per arrivare al pubblico e queste “pillole” sono l’esempio pratico di come ci si può “reinventare”, non fermando questo flusso comunicativo tra noi e coloro che potranno godere di momenti ristoratori e di gioia”.

Più informazioni su

Commenti