Lite Berardi-Covitto, opposizione: «A che titolo il senatore partecipava alla riunione?»

ORBETELLO – Perché il senatore Roberto Berardi partecipava ad una riunione «in merito al pagamento del canone 2020 dovuto dalla società Orbetello pesca lagunare al Comune»? A chiederlo sono i consiglieri di opposizione di Pd area riformista e Movimento 5 Stelle, Luca Aldi, Alfredo Velasco, Monica Paffetti, Mauro Barbini e Anna Papini.

L’opposizione vuole «conoscere le ragioni per le quali a tale riunione partecipava il consigliere Berardi: quest’ultimo, infatti, ha ricevuto dal sindaco la delega al settore Lavori pubblici, mentre il settore Patrimonio è retto da un assessore. Oltretutto la delega data ad un consigliere è prevista solo per compiti di studio e di collaborazione con il sindaco e non di amministrazione attiva e di interferenza con l’attività di un assessore».

«L’Amministrazione comunale – proseguono i consiglieri – ha diramato un comunicato in cui si afferma che “un consigliere comunale è stato aggredito fisicamente da un dipendente al termine di un normale incontro di lavoro”. Successivamente abbiamo appreso che il consigliere era il senatore Roberto Berardi e il dipendente era il funzionario addetto al settore Patrimonio Domenico Covitto.

«Abbiamo presentato un’interrogazione al sindaco per sapere se veramente la riunione in cui è sorto il dissidio riguardava la questione del pagamento del canone della società Orbetello pesca lagunare, con cui è in corso una convenzione prorogata per 10 anni».

«Vogliamo, quindi, che il sindaco e la Giunta chiariscano il ruolo avuto da Berardi in questa vicenda amministrativa» conclude l’opposizione.

Commenti