Il Comune taglia la Tari: 30% in meno per le imprese colpite dal Covid. Benefici anche per le famiglie

Più informazioni su

GROSSETO – Il Comune taglia le tasse e in particolare la Tari, la tassa sui rifiuti. «L’obiettivo della manovra – ha spiegato il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna – è il sostegno alle famiglie e alle imprese continuando quella rivoluzione iniziata già prima dell’emergenza coronavirus».

I tagli riguardano il presente e il futuro. Si inizia intanto con l’ultima rata della Tari, quella di dicembre. Una manovra complessiva da due milioni di euro circa che comporteranno tagli importanti alle bollette in arrivo nei prossimi giorni.

Ci sarà infatti una riduzione del 5% per le utenze domestiche, per le famiglie, e per tutte le attività economiche, mentre per tutte quelle attività (che sono il 75% del totale) che hanno subito la chiusura imposta durante la primavera per il lockdown la riduzione della Tari sarà del 30%.

In questo caso le aziende che sono state chiuse a marzo e ad aprile riceveranno una bolletta “negativa”: in pratica non solo non dovranno pagare l’ultima rata, ma avranno anche un beneficio per il 2021.

Le risorse necessario a finanziare la manovra sono il frutto di un lavoro che è stato fatto sul bilancio del comune nei mesi passati: «Siamo stati attenti – ha detto l’assessore al bilancio Giacomo Cerboni – a recuperare tutti i risparmi derivanti delle minori attività degli uffici e dei servizi educativi, ma siamo riusciti anche a rinegoziare i mutui e a liberare nuove risorse». Oltre a quest’attività «sono stati recuperati – ha spiegato l’assessore all’ambiente Simona Petrucci – anche 400 mila euro derivanti dall’ottimizzazione del servizio di raccolta con operazioni importanti come il passaggio dal “porta a porta” ai cassonetti intelligenti».

Si tratta di «un grande sforzo – ha concluso il sindaco Vivarelli Colonna – e dal 2016 la Tari si è ridotta del 20% per le famiglie e dal 21% al 25% (a seconda delle categorie) per le attività economiche».

Più informazioni su

Commenti