Lotta agli incivili dei rifiuti: ecco i video del Comune per sensibilizzare la popolazione

Più informazioni su

MANCIANO – Parte la campagna di sensibilizzazione alla corretta raccolta dei rifiuti tramite una serie di video: alcuni denunciano i comportamenti nocivi di alcuni cittadini mentre altri, i cui protagonisti sono gli studenti delle scuole del territorio, dispensano le giuste regole e le buone maniere.

Manciano (municipio)

“Da anni, nel territorio di Manciano – spiega l’assessore all’Ambiente del Comune di Manciano, Daniela Vignali – nulla manca per poter eseguire correttamente la raccolta differenziata: dal centro di raccolta alle stazioni ecologiche, dai progetti con le scuole alle puntuali informazioni e comunicazioni sull’esatto smaltimento dei rifiuti. Anche i video che saranno diffusi sui nostri canali social saranno un’esortazione a conferire bene i rifiuti. Eppure le cose che mancano sono, purtroppo, la cultura e la sensibilità di una parte della popolazione che ignora le regole per un giusto conferimento dei rifiuti. Tutto questo è inaccettabile e per questo la nostra amministrazione ha avviato, ormai da mesi, una serie di controlli sulla raccolta differenziata, finalizzata a contrastare gli erronei conferimenti dei rifiuti e ad aumentare la consapevolezza degli utenti sulle corrette modalità di smaltimento dei diversi materiali.

“Abbiamo individuato, attraverso le riprese delle telecamere a circuito chiuso – continua Vignali – i comportamenti irresponsabili dei nostri concittadini. C’è chi, soprattutto sui contenitori del rifiuto indifferenziato, conferisce senza riguardo organico, carta, vetro e plastica, che possono essere utilmente riciclati, anziché finire in discarica. C’è chi, utilizza il centro di raccolta senza rispettare giorni e orari prestabiliti e c’è addirittura chi utilizza le stazioni ecologiche come un orinatoio. Tutto questo è deplorevole e per questo abbiamo deciso di attuare una politica di tolleranza zero contro chi non rispetta le regole. Fare bene la raccolta differenziata è un dovere civico e un obbligo di legge, che aiuta a salvaguardare l’ambiente e le generazioni future permettendo di contenere i costi dei servizi per i cittadini. Gestire correttamente i rifiuti, contribuisce a migliorare la qualità della vita delle persone, sia dal punto di vista ambientale, sia economico. I buoni risultati non devono certamente essere messi in discussione dai trasgressori, da chi contravviene alle disposizioni sulla corretta separazione dei materiali che vanifica così gli importanti investimenti sul territorio”.

“Le cattive abitudini – sottolinea il sindaco di Manciano, Mirco Morini – penalizzano tutti i cittadini indistintamente. Abbandonare i rifiuti significa affrontare costi extra per il loro smaltimento, una spesa in più che ricade su tutta la collettività, tanto più in un momento così drammatico e difficile per la nostra comunità. Stesso discorso per quanto riguarda il conferimento dei rifiuti non corretto: il Comune va a sostenere dei costi che si ripercuotono sulle tasche di tutti i cittadini. Per fortuna, buona parte della cittadinanza è sensibile a questo tema e ha una consapevolezza tale da tenere comportamenti corretti e rispettosi. Ci auguriamo che in futuro cresca la percezione dell’importanza della raccolta dei materiali differenziati anche grazie ai progetti che l’amministrazione mette in campo, a partire dalla scuola”.

Inoltre, l’amministrazione comunale fa sapere che in questi giorni stanno arrivando alle famiglie le cartelle esattoriali della Tari 2020: la prima rata scadrà il 30 novembre. Rispetto alle scadenze delle cartelle del 2019, queste sono state posticipate il più a lungo possibile (30/11/2020 – 31/01/2021 – 31/03/2021 – 31/05/2021), tenendo conto delle difficoltà dei cittadini e compatibilmente con le esigenze di bilancio. L’imposta non è stata calcolata nel periodo in cui, per decreto, le attività e le imprese sono rimaste chiuse, applicando la riduzione sul totale dovuto. Le agevolazioni Tari sono state applicate solo per quelle attività che sono in regola con i pagamenti.

Più informazioni su

Commenti