Giornata contro la violenza sulle donne, ecco tutte le iniziative del Comune

Più informazioni su

PIOMBINO – Il Comune di Piombino e alla Commissione pari opportunità hanno organizzato una serie di iniziative, compatibili con le normative anti contagio, per ricordare la Giornata contro la violenza sulle donne. Si inizia venerdì 27 con degli estratti di “Mai molestin. Mai più violenze” curato da Pietro Vanessi, “Ferite a morte” di Serena Dandini e “Le formiche non hanno le ali” di Silva Gentilini letti dall’attrice Fiorella Sciarretta, membro della Commissione Pari opportunità: l’evento si terrà nella Sala consiliare del palazzo comunale alle 16.30 e, in ottemperanza ai Dpcm, sarà esclusivamente online trasmesso in diretta sulla pagina Facebook del Comune di Piombino.
Inoltre, da oggi, i panifici di tutto il territorio comunale utilizzeranno dei sacchetti dedicati con su scritto “Per molte donne la violenza è pane quotidiano” e con contatti del centro antiviolenza di Piombino (0565 49419) e il numero nazionale antiviolenza e antistalking (1522).

“Abbiamo pensato di utilizzare un oggetto di uso comune – spiega Rosalia Di Falco, presidente della Commissione Pari opportunità -, con cui ogni donna quotidianamente entra in contatto, per diffondere i numeri utili a tutte coloro che subiscono violenza tra le mura domestiche e non solo.
La violenza e il femminicidio, la sua più grave conseguenza, sono frutto di una concezione della donna che ognuno di noi deve contribuire a cambiare. Purtroppo, la nostra società è ancora molto lontana dal raggiungimento della parità di genere e, come istituzioni, abbiamo un duplice compito: da un lato fornire aiuto e sostegno alle vittime di violenza dando loro gli strumenti per reagire e uscire da questa tremenda condizione, e dall’altro educare, sensibilizzare uomini e donne affinché possano riconoscere questa piaga a prima vista e possano agire su se stessi e sugli altri. L’unico modo per combattere la violenza e per far sì che nessun’altra donna muoia per mano di chi diceva di amarla è educare ed educarci al rispetto”.

Da domani sera, mercoledì 25 novembre, fino al 10 dicembre, inoltre, il Palazzo comunale e il Rivellino saranno illuminati di arancione in occasione della campagna “Orange the world – unite to end violence against women and girls” promossa dal Soroptimist International club di Piombino a cui il Comune aderisce.

“Il concetto di violenza sulle donne – dichiara Carla Bezzini, assessore alle Pari opportunità – è spesso identificato con l’aggressione fisica e il femminicidio, la faccia della medaglia più semplice da riconoscere. Purtroppo, al fianco di questa, ci sono mille altre sfumature più sottili ma altrettanto gravi in termini di peso che hanno sulla visione della donna nella nostra società: dall’utilizzo di video privati senza consenso alle molestie, dalla disparità salariale al lessico che cambia sfumatura cambiando la connotazione di genere. Tutti sintomi di un problema più grande che ha attraversato le generazioni e che noi, oggi, siamo ancora chiamati a combattere. L’unico rimedio a questa disparità, l’unico modo per liberare le donne dalla catena di violenza che quotidianamente subiscono è educare uomini e donne al rispetto reciproco in quanto esseri umani; educare la società ai concetti di libertà e autodeterminazione come diritti inalienabili di ognuno di noi. L’educazione è l’unico strumento in nostro possesso per far sì che ogni donna sia veramente libera di esprimere sé stessa e compiere le proprie scelte senza vincoli imposti solo per il fatto di essere donna”.

L’ultimo evento della rassegna sarà la presentazione del libro “Maschi oltre la forza” di Lorenzo Cillario che sarà calendarizzato nei prossimi giorni.

Più informazioni su

Commenti