Va dalla moglie a cui non può avvicinarsi e chiama i carabinieri «Sono qui, arrestatemi»

FONTEBLANDA – Due volte nello stesso giorno. Per due volte è andato sotto casa della moglie, a cui non poteva avvicinarsi. Alla fine l’uomo, 38 anni, è stato arrestato dai Carabinieri della stazione di Fonteblanda.

L’uomo, italiano, è stato arrestato per atti persecutori. Aveva un divieto di avvicinamento alla moglie che aveva segnalato il comportamento vessatorio del marito.

Forse non consapevole di ciò che tale provvedimento comporti, l’uomo si è presentato nel primo pomeriggio sotto casa della donna, chiamando poi il 112 e chiedendo l’intervento di una pattuglia. I militari giunti sul posto lo hanno portato in caserma, dove gli hanno nuovamente  spiegato i divieti da rispettare. L’uomo è stato denunciato a piede libero per la violazione del divieto.

Non pago, dopo circa due ore è tornata sotto casa della moglie, contattando nuovamente il 112 a cui ha detto, probabilmente in maniera provocatoria, di voler essere arrestato: i militari lo hanno subito ricondotto in caserma, dove stavolta è scattato l’arresto per il reato di atti persecutori.

Commenti