Nuova bretella, sopralluogo del sindaco nel cantiere: «Collegamento diretto con il porto»

Più informazioni su

PIOMBINO – Martedì 17 novembre, il sindaco di Piombino, Francesco Ferrari, il vicesindaco Giuliano Parodi e l’assessore ai lavori pubblici Marco Vita, hanno effettuato un sopralluogo nell’area dove sorgerà la nuova bretella di collegamento tra Gagno e le nuove aree portuali dello scalo piombinese.

Alla visita del cantiere hanno preso parte il responsabile dell’ufficio Territoriale di Piombino dell’Asp, Claudio Capuano, e il responsabile per conto dell’Ente dell’unità organizzativa preposta alle grandi infrastrutture, Antonio Saviozzi, i quali hanno ribadito che i lavori saranno ultimati in 15 mesi.

Il completamento dell’infrastruttura coinciderà con l’insediamento dei soggetti assegnatari della gara nelle nuove aree dello scalo portuale. “Tra un anno e mezzo avremo messo a posto i principali tasselli del puzzle – dichiara Capuano – il collegamento diretto alle nuove aree portuali con la viabilità di accesso a Piombino consentirà di evitare l’attraversamento della città da parte dei mezzi diretti alla nuova zona commerciale dello scalo portuale. Il quadro si comporrà con la realizzazione della 398, che permetterà al porto di avere una seconda strada di accesso oltre a quella della Bretella”.

Il sindaco ha espresso la propria soddisfazione per il lavoro svolto dall’Adsp, ribadendo l’importanza del rispetto dei tempi delineati nel cronoprogramma: “Il porto è parte integrante della città e, come tale, potenziarlo significa far crescere Piombino. Una strada che collega direttamente le nuove aree portuali sarà funzionale, oltre che per gli spostamenti, per le aziende che vi si stanno insediando, con benefici effetti occupazionali. Solo la realizzazione dei due lotti della 398 risolverà il problema della viabilità ma già quest’opera alleggerirà il traffico dell’unica via di accesso alla città. Ringraziamo, dunque, all’Adsp per l’importante contributo e la determinazione a dotare Piombino di questa nuova, cruciale infrastruttura”.

Più informazioni su

Commenti