I tifosi si stringono al Grifone: raccolta fondi per la sanzione contro il Lecco

Più informazioni su

GROSSETO – Grosseto non ci sta. La città, la tifoseria, si schiera in tutto e per tutto con la società lanciando una proposta concreta per aiutare il Grifone. “Quando viene offeso il nome della nostra città – si legge nel comunicato mandato dalla Curva nord a nome della tifoseria biancorossa – tutti, sportivi o meno, dovrebbero sentirsi feriti nel proprio senso di appartenenza e amore. La società biancorossa ha più volte ribadito che l’Us Grosseto è di tutti e molti tifosi se ne sono fatti fregio di questa vicinanza tra tifo e squadra. Quindi, essendo l’Usg di tutta la città, ora è il momento di dimostrarlo ed aiutare chi si è visto ingiustamente multato”.

Parole che fanno piacere, soprattutto a pochi giorni da una partita delicata e molto importante come quella di sabato contro il Livorno. La tifoseria si stringe dunque alla propria società lanciando una raccolta fondi per cercare di rendere meno dura la sanzione arrivata dal giudice sportivo. “Sarà possibile versare una cifra per contribuire al pagamento di questa ammenda vergognosa – continuano i tifosi nel comunicato stampa – che dovrebbe offendere ogni grossetano. Si potrà donare direttamente dal Parrucca, in via Oberdan a Grosseto, e all’autofficina Amorosi in via Giordano Bruno. Sappiamo che il momento è duro per tutti, ma con un piccolo gesto simbolico da parte di ognuno, dimostreremo a chi pensa di poterci offendere e trattare come gli ultimi degli sfigati che i grossetani sono uniti e non si piegano. Avanti Grosseto, avanti Grossetani!”.

Foto di archivio

Più informazioni su

Commenti