I maremmani si sentono più tranquilli e liberi del primo lockdown: le risposte al nostro Instapoll

Più informazioni su

GROSSETO – Torna l’appuntamento con #InstaPoll, i sondaggi che IlGiunco.net propone alla propria community per capire qualcosa di più sui propri lettori.

Domenica scorsa la Toscana è entrata in zona rossa per contrastare la diffusione del Coronavirus sul territorio regionale. Per questo vi abbiamo chiesto quanto è cambiata la vostra quotidianità, anche rispetto al precedente lockdown.

Il 53,3% dei votanti ha risposto che la sua quotidianità è cambiata di poco rispetto alla fase precedente, in cui la Toscana si trovava in zona arancione.

Solo il 28,9% dei maremmani dice di sentirsi come al primo lockdown, mentre la stragrande maggioranza (71,1%) ha risposto di no.

Questo risultato è in linea con le risposte date alla domanda “se è cambiato qualcosa nella tua quotidianità rispetto al primo lockdown, di cosa si tratta?”. Il 14,6% dei rispondenti, infatti, dichiara di sentirsi un po’ o molto più tranquillo rispetto alla prima fase del Coronavirus. Il 18% dei maremmani che ha partecipato al nostro Instapoll afferma che, a differenza del lockdown di marzo-maggio, adesso lavora, mentre il 15% dice che ora si reca sul proprio posto di lavoro, mentre prima si trovava in smartworking. Il 19% dei maremmani dice di sentirsi più libero rispetto al precedente lockdown: esce e si muove di più (9,7%), i propri figli vanno a scuola (9%), le code al supermercato sono più agevoli (7,3%), ci sono più negozi aperti (2,4%).

Solo una piccola percentuale, il 5% dei rispondenti, dichiara di sentirsi più in ansia rispetto a marzo: per loro è aumentata la paura del contagio, ovvero temono più adesso che prima di essere infettati dal Covid.

Più informazioni su

Commenti