Sequestro da 710 mila euro: finta azienda agricola era la casa vacanze di un ricco straniero

Più informazioni su

GROSSETO – Maxi sequestro della Guardia di finanza di Grosseto nei confronti di una società agricola maremmana. La Finanza ha sequestrato 710mila euro tra beni immobili, mobili e conti correnti così come disposto dal gip del tribunale di Grosseto.

Il nucleo di polizia economico finanziaria di Grosseto ha accertato come la società – che al fisco dichiarava solo l’esercizio di attività agricola e agrituristica -, di fatto, a partire dal 2011, non ha mai svolto alcuna attività ricettiva, destinando l’intero complesso, nel tempo interessato da ristrutturazioni di pregio, a residenza vacanziera di un facoltoso cittadino straniero. Quest’ultimo è risultato essere il beneficiario effettivo, nonché titolare, del capitale della società ispezionata, per il tramite di società off-shore.

Nonostante la sostanziale destinazione al mero godimento dell’intero complesso residenziale e del personale addetto alla sua gestione, la società ha beneficiato di compensazioni iva che non le spettavano per opere di ristrutturazione e costi del personale, e che sarebbero invece spettati ad un’attività agrituristica.

Il sequestro ha riguardato disponibilità di conto corrente e finanziarie, nonché immobili pari all’indebito profitto conseguito.

Più informazioni su

Commenti