Coronavirus: asporto e domicilio di cibi e bevande fino alle 22 anche in centro. Ecco la nuova ordinanza

GROSSETO – “Ho sospeso con un’ordinanza – per tutta la durata dell’emergenza epidemiologica – le disposizioni contenute nel Regolamento per la tutela e il decoro del patrimonio culturale e del centro storico relative al divieto di vendere dalle 21 alle ore 6 bevande alcoliche da parte sia dei “commercianti in sede fissa” che degli “esercenti la somministrazione di alimenti e bevande”, nonché al divieto di vendere per asporto bevande in contenitori di vetro da parte dei somministratori”, spiega il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna.

“Questo consentirà l’asporto di cibi e bevande fino alle ore 22 – prosegue -, così da allineare il centro storico al resto della città ed essere in linea con il Dpcm che consente tali attività fino a quell’ora. Grazie all’assessore alle Attività produttive Riccardo Ginanneschi“.

 

Commenti