Coldiretti annuncia: «Arriva il bonus ristorazione a sostegno del made in Italy». Come richiederlo

Più informazioni su

GROSSETO – “Con il Decreto Agosto è stato istituito il Fondo Ristorazione, destinato all’erogazione di un contributo a fondo perduto in favore dei soggetti operanti nel settore della ristorazione”.

A darne notizia Coldiretti Grossseto.

“In particolare – proseguono dall’associazione -, la disposizione in oggetto è finalizzata all’erogazione di un contributo a fondo perduto destinato alle imprese in attività alla data di entrata in vigore del decreto in commento (14 agosto 2020), con codice Ateco 56.10.11 (ristorazione con somministrazione), 56.29.10 (mense) e 56.29.20 (catering continuativo su base contrattuale), per l’acquisto di prodotti di filiere agricole e alimentari, anche dop e igp compresi quelli vitivinicoli, della pesca e acquacoltura, al fine di valorizzare la “materia prima del territorio”.

Con una modifica sostenuta da Coldiretti, durante l’iter di conversione del Decreto in Legge, il “bonus ristorazione” è stato esteso anche agli agriturismi con codice Ateco prevalente 56.10.12. “Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole” e, limitatamente alle attività autorizzate alla somministrazione di cibo, 55.10.00 (alberghi).

Le domande dovranno essere presentate entro il 28 novembre 2020 mediante il Portale “www.portaleristorazione.it” attivo dal 15 novembre 2020.

Per la prima volta si interviene in modo integrato dal campo alla tavola con un bonus che a cascata sostiene, insieme alla ristorazione, anche l’industria alimentare e l’agricoltura italiana e contribuisce a salvare il patrimonio di prodotti nazionali alla base della dieta mediterranea che ha subito un duro colpo dal taglio del 48 % dei consumi fuori casa degli italiani nel 2020, secondo l’analisi della Coldiretti”.

“Un investimento importante per l’economia ma – precisa Pietro Greco, direttore di Coldiretti Grosseto – anche per la salute degli italiani con il sostegno a pasta, frutta, verdura, carne, extravergine e il tradizionale bicchiere di vino 100 % Made in Italy che consumati a tavola in pasti regolari hanno consentito fino ad ora agli italiani di conquistare il primato europeo di longevità”.

Più informazioni su

Commenti