Controllo di vicinato: anche il Comune di Roccastrada aderisce al progetto per la “sicurezza partecipata”

Più informazioni su

ROCCASTRADA – Il programma di promozione del Controllo di vicinato (Cdv) nella Provincia di Grosseto nato nel 2015, nel contesto delle attività di promozione sociale proposte dall’Opificio delle idee per Grosseto, portò nel dicembre del 2018 alla costituzione di un nucleo Cdv anche a Roccastrada, poi esteso su tutto il territorio comunale e suddiviso in macroaree” spiegano dal Cdv nuova Grosseto insieme.

“In tutta la nostra Provincia, dunque, si sta allargando proficuamente la presenza dei gruppi di cittadini residenti che si uniscono all’insegna di regole e buone norme per il ‘vicinato’ – proseguono -, e cresce quindi la volontà degli amministratori locali di aderire al protocollo d’intesa Cdv, voluto e siglato dall’ex prefetto Cinzia Torraco con alcuni sindaci del territorio grossetano.

Primo responsabile pro-tempore del Cdv San Niccolò fu il roccastradino Fabrizio Tronconi, che in pochi giorni portò il nucleo alla prima assemblea-elettiva del nuovo coordinatore e, nel gennaio 2019, venne nominato all’unanimità l’avvocato Gabriele Farinelli.

Proprio Farinelli, insieme al promotore provinciale Cdv Sergio Rubegni, venerdì scorso hanno incontrato in Comune il sindaco Francesco Limatola con lo scopo di dare avvio ad un percorso formativo e di collaborazione con l’Amministrazione comunale roccastradina per la promozione ed il coordinamento della ‘sicurezza partecipata’.

Durante l’incontro, il sindaco ha ricordato come il Comune di Roccastrada ha già sottoscritto l’apposito protocollo con la Prefettura e che il controllo di vicinato verrà attivato con le regole e le modalità ivi previste.

Prossimo step un incontro in videoconferenza con il presidente ed i consiglieri nazionali dell’Associazione nazionale Controllo del vicinato (Acdv), il sindaco, gli assessori ed i consiglieri comunali” concludono.

Più informazioni su

Commenti