Consiglio regionale: Ulmi eletto vicepresidente della Commissione Sanità

GROSSETO – Andrea Ulmi è il vicepresidente della Terza commissione, sanità e politiche sociali, del Consiglio Regionale. Il consigliere grossetano della Lega è stato eletto questa mattina nella prima seduta della commissione che si è tenuta a Palazzo del Pegaso. Gli otto consiglieri, cinque di maggioranza e tre di opposizione hanno infatti eletto all’unanimità Enrico Sostegni del Pd presidente, Andrea Ulmi vice e Andrea Vannucci, sempre del Pd, segretario.

La commissione sanità e politiche sociali, sia per quello che è il momento attuale con l’emergenza Covid, ma anche per competenze della Regione, visto che assorbe la gran parte del bilancio dell’ente, ha una funzione fondamentale, avendo la possibilità di confrontarsi, oltre che con l’assessore, anche con i direttori generali ed i tecnici.

“Intanto ringrazio il mio gruppo consiliare, la Lega, perché sin dal primo momento mi ha indicato per far parte della Terza commissione – afferma Ulmi- quindi la capogruppo Elisa Montemagni che ha speso il mio nome per questo ruolo. Per competenze, anche professionali, il settore sanità è quello in cui posso dare il mio maggior contributo, tanto che anche in campagna elettorale ha rappresentato il mio cavallo di battaglia”.

“I miei primi due interventi in aula – afferma il consigliere grossetano- sono stati incentrati sulla sanità e, probabilmente, sono stati apprezzati anche dalla maggioranza, visto che c’è stato consenso sul mio nome come vicepresidente e visto che molti dei temi che avevo sollevato stanno emergendo in maniera netta. La mia attività punterà ad indicare un percorso per una sanità migliore e per apportare correzioni a ciò che non funziona, partendo da una revisione del sistema delle maxi Asl”.

“Nei giorni scorsi ho più volte ringraziato chi ha permesso alla Maremma di avere una voce che dall’opposizione può portare le istanze maremmane in consiglio dando maggiore forza al territorio- conclude il consigliere- Oggi mi sento di farlo anche verso tutte le professionalità sanitarie che abbiamo all’interno della nostra sezione e che fanno parte del tavolo sanità. Da loro giungono segnalazioni e proposte che insieme valuteremo e che porteremo a Firenze. Un’esperienza importante che da Grosseto vorrei allargare creando un nuovo tavolo sulla sanità, ma questa volta regionale, della Lega”.

Commenti