Coop e Vab donano 740 euro di buoni spesa al Comune per le famiglie in difficoltà

FOLLONICA – “Grazie da parte di tutti i follonichesi. È nei momenti di forte difficoltà, come quello che stiamo vivendo adesso, che emerge e cresce un forte senso di comunità che porta a gesti belli e importanti come quello messo in campo dalla Sezione Soci Coop di Follonica e dalla Vab di Follonica.”

Così il sindaco Andrea Benini a commento della scelta del Comitato Soci Coop di Follonica e della Vab di Follonica di donare 740euro di buoni spesa all’Amministrazione comunale.

“Questo generoso atto di solidarietà – continua Benini – ci dimostra una volta di più quanto il tessuto associazionistico della nostra città sia forte e coeso e ci permette di dare risposte concrete ai bisogni delle famiglie bisognose, tramite l’aiuto del Coordinamento delle Opere Caritative – Emporio della Solidarietà, in questo momento di nuova grande crisi e smarrimento”.

“Come Amministrazione – dichiara l’assessore alle politiche sociali Alessandro Ricciuti – stiamo predisponendo un tavolo istituzionale, con i servizi sociali e la Caritas, per fronteggiare l’emergenza sociale Covi 19 per destinare al meglio le risorse che stiamo mettendo a disposizione per il contrasto delle nuove povertà dovute alla perdita del lavoro, ai ritardati incassi di stipendio, alla impossibilità di pagare l’affitto, con il rischio di maturare le condizioni che possono portare allo sfratto, toccando con mano le difficoltà in alcuni casi di provvedere alle spese di prima necessità.

Lunedì è stato riavviato il progetto Emergenza freddo, capace di ospitare persone in emergenza abitativa o senza fissa dimora. La mensa, grazie al contributo di tanti sostenitori tra aziende e privati, fornisce oltre 80 pasti al giorno da asporto per soddisfare le esigenze alimentari di tante famiglie. L’Emporio procede nella distribuzione di pacchi spesa per i quali la richiesta, purtroppo, è in aumento”.

“Una città che sa essere solidale – conclude il sindaco Benini – è quella che nel momento del bisogno, della paura, della preoccupazione ancorché motivata, non si chiude in sé stessa ma si stringe intorno alle figure più fragili e meno fortunate e riprende a camminare con il passo dell’ultimo.

Per questo a nome della città intera, voglio ringraziare le associazioni anche per questo nuovo contributo di condivisione e solidarietà che abbiamo voluto rendere pubblico, perché il mondo del volontariato e delle associazioni a Follonica, rappresenta una ricchezza imprescindibile per il bene della città e rappresenta il pungolo e lo stimolo per il lavoro di questa Amministrazione.”

Commenti