Coronavirus: al Misericordia torna il percorso assistenziale dedicato alle future mamme positive

Più informazioni su

GROSSETO – Alla luce della seconda ondata Covid, l’Uoc Ostetricia e Ginecologia del Misericordia riattiva il percorso assistenziale dedicato alle donne in gravidanza positive al Covid.

Il progetto, ideato e già attuato nei mesi di emergenza sanitaria della scorsa primavera, è diretto alle future mamme positive che potranno continuare a effettuare visite ed esami previsti dal percorso nascita nella più totale sicurezza per loro e il loro bambino. Oltre all’aspetto clinico, il servizio punta a garantire un supporto anche psicologico per rassicurare le mamme che in questo contesto pandemico di difficile lettura potrebbero presentare stati di ansia e preoccupazione.

Per usufruire del percorso, la futura mamma positiva deve contattare il servizio della Sala Tulipano del Misericordia che gestisce le prestazioni ambulatoriali del percorso nascita. Da qui si organizza l’accompagnamento in ospedale con il 118 e tutta la programmazione delle visite per la mamma e il nascituro presso l’ala Covid, dove è stato predisposto un locale dedicato alle donne positive in gravidanza.

Contestualmente, viene riattivato anche il servizio di esecuzione dei tamponi molecolari in modalità drive through per le donne a termine di gravidanza ubicato, questa volta, davanti alla camera iperbarica, accedendo dalla sbarra accanto alla Risonanza magnetica. Organizzato dal gruppo delle ostetriche del Misericordia, il servizio è rivolto alle pazienti, seguite dal reparto di Ostetricia e Ginecologia grossetano, alla 38esima, 39esima, 40esima e 41esima settimana di gravidanza e proseguirà ogni 7 giorni, fino al momento del parto ed anche per le donne con intervento programmato. Le ostetriche contattano la paziente e nel giorno indicato, le pazienti si recano nel luogo in cui è stata predisposta una postazione temporanea dedicata e direttamente dall’auto viene fatto loro il tampone naso-faringeo.

Per comunicazioni e informazioni urgenti, è attivo il numero 0564/485177 e per i tamponi il numero 0564/485678, dalle ore 12 alle ore 14.

Sono state anche introdotte delle novità per mariti e accompagnatori che possono eseguire gratuitamente il tampone in drive through insieme alle donne, previo appuntamento concordato per lo stesso giorno ed hanno la possibilità di accedere al reparto previa autorizzazione.

Importante è anche rispettare i percorsi di accesso al Pronto Soccorso in caso di emergenze: le donne che sanno di essere positive al Covid in caso di bisogno devono attivare il servizio 118, informando gli operatori della positività. All’arrivo al Pronto Soccorso vengono prese in carico dal personale della tenda pre-triage.

“L’emergenza Covid torna a far preoccupare – afferma il dottor Tamburro attualmente direttore f.f della UOC – Voglio però rassicurare le donne in gravidanza e tutte le pazienti in cura da noi perchè ancora una volta abbiamo ripensato i percorsi assistenziali facilitando l’accesso alle prestazioni e rendendo il sistema ancora più sicuro. Proprio per garantire il massimo livello di sicurezza, per pazienti e operatori, è bene rispettare sempre l’uso dei dispositivi di protezione e le indicazioni igieniche suggerite. Tutto il personale del reparto che ringrazio per l’abnegazione costante, è a disposizione delle pazienti e delle gestanti Covid positive, sempre con il massimo impegno umano e professionale”.

Più informazioni su

Commenti