Congresso della Federazione degli studenti Toscana: «Garantire i diritti degli studenti anche in Maremma»

Più informazioni su

GROSSETO – Questa mattina si è tenuto, in via telematica, il Congresso della Federazione degli Studenti Toscana, che ha visto eletto per acclamazione Sofian Aboulmachayl, ex coordinatore provinciale della Federazione degli Studenti di Pistoia e Valdinievole.

Moltissimi ragazzi si sono riuniti su Meet per discutere il futuro dell’associazione e per discutere rispetto alle situazioni che gli studenti vivono in questo difficile periodo.

Anche vari rappresentanti delle istituzioni hanno voluto dimostrare la propria vicinanza intervenendo al congresso. Sono intervenuti Alessandra Nardini, assessora regionale all’Istruzione, Bernard Dika, consigliere speciale del presidente Eugenio Giani con delega alle politiche giovanili ed all’innovazione, Marco Niccolai, consigliere della provincia di Pistoia, e Laura Sparavigna, presidente della commissione Istruzione-Formazione e lavoro del comune di Firenze.

Tutti si sono detti pronti ad ascoltare le istanze della nuova FdS Toscana e a collaborare per risolvere le problematiche degli studenti.

Oltre ai rappresentanti istituzionali hanno dato il proprio contributo anche Cgil, Fridays For Future e CSX-Firenze.

Al termine del congresso il neo-coordinatore ha deciso di nominare suo vice Alessio Occhini, ex portavoce della Federazione degli Studenti Arezzo.

“La Federazione degli Studenti Toscana non sono io, ma siamo noi” sono le prime parole di Sofian. L’augurio è che la nuova squadra riesca a formare una realtà associativa Toscana più forte che mai ed interpretare al meglio le necessità degli studenti delle scuole superiori.

Al congresso hanno partecipato anche i membri della nascente federazione degli studenti della provincia di Grosseto, i quali, nonostante la difficile situazione epidemiologica, hanno espresso la volontà e l’impegno di costituire un gruppo numeroso ed unito. L’obbiettivo è diventare capaci di affrontare tutte le battaglie necessarie per garantire i diritti degli studenti anche in Maremma e tutelare tutti quei valori su cui getta le fondamenta la federazione stessa, forti anche della stretta collaborazione con l’intero esecutivo regionale.

Più informazioni su

Commenti