Altre telecamere in città: Grosseto è sempre più sorvegliata

GROSSETO – Sono state installate, grazie all’ausilio della società in house Netspring, nuove telecamere per garantire una maggiore sicurezza ai cittadini e il rispetto dei beni pubblici e privati. Come previsto nel piano delle infrastrutture per la sicurezza concordato con Prefettura, Questura e gli altri organi istituzionali competenti, la volontà è quella di garantire un presidio rivolto alla tutela degli interessi della comunità più radicato sul territorio.

L’intervento ha riguardato una parte del territorio del comune di Grosseto fino ad ora scoperto: a San Martino, zona Canile, sono state installate due telecamere per la lettura delle targhe, una telecamera di contesto di ultimissima generazione su un palo con impianto fotovoltaico; due telecamere per la lettura delle targhe, una per via Scansanese e un’altra per l’accesso relativo all’area artigianale; a Braccagni, invece, sono state posizione due telecamere per la lettura delle targhe in via Aurelia e due telecamere di contesto panoramiche di ultima generazione per il parco giochi.

Ad Istia d’Ombrone, due telecamere per via Istia Ponte e due per la la strada le Conce sempre per la lettura delle targhe; a Grosseto, sono presenti due nuove telecamere panoramiche in piazza dei Martiri d’Istia, una per la lettura delle targhe per la Strada Serenissima, tre per la zona del Maremà, due in via Senese e per la Strada Piagge del Maiano è stata inserita una telecamera per la lettura delle targhe e una telecamera di contesto installata su un palo fotovoltaico; una telecamera di lettura per le targhe, inoltre, è stata installata sulla Strada del Molinaccio, ad Alberese; infine, a Marina di Grosseto sono state posizionate due telecamere e un palo fotovoltaico nella zona de Il Cristo e una per viale Montecristo.

“La sicurezza dei nostri cittadini – ha dichiarato Antonfrancesco Vivarelli Colonna, sindaco del Comune di Grosseto – è sempre al primo posto. Le strumentazioni, come appunto le telecamere, collegate con la centrale operativa della polizia municipale, con la questura e con i carabinieri, sono funzionali a costituire una città più sicura e monitorata. La volontà, ovviamente, è sempre quella di evitare il più possibile incresciosi episodi di vandalismo o, addirittura, di atti criminali. Ancora una volta, dimostriamo di essere a fianco dei nostri cittadini, cercando di soddisfare le loro condivisibili richieste e necessità”.

“Voglio prima di tutto ringraziare la società Netspring per l’ottimo lavoro svolto – ha specificato Fausto Turbanti, assessore alla Sicurezza -. Sono veramente fiero che il nostro progetto di tutela dei cittadini e dei beni pubblici e privati abbia raggiunto uno sviluppo così significativo. Presidiare il territorio, tutelare la comunità ed evitare episodi disdicevoli è un dovere che come Amministrazione dobbiamo assolutamente assolvere. Credo, dunque, che le nuove installazioni – coadiuvate da quelle già compiute in passato – siano un ottimo strumento per far sì che i grossetani si sentano molto più tranquilli e protetti”,

Commenti