Quantcast

“Sui passi di Elisa”: anticipata la scadenza del bando dedicato alle espressioni del contemporaneo

Più informazioni su

PIOMBINO – L’avviso pubblico “Sui passi di Elisa”, il complesso ed articolato progetto dedicato alle espressioni del contemporaneo, che vuole valorizzare e far rivivere i luoghi simbolo dell’identità collettiva con progetti artistici in site specific, scadrà il prossimo primo dicembre. Tutti gli altri termini e modalità di partecipazione rimangono invariati.

“Abbiamo deciso di anticipare la scadenza per cogliere con la possibilità offerta dal Ministero dei Beni Culturali con il Pac 2020, il Piano per l’arte contemporanea, per il finanziamento del 100 per cento delle risorse necessarie alla realizzazione del nostro ambizioso progetto – spiega il vicesindaco Giuliano Parodi, assessore alla Cultura -: Sui passi di Elisa rientra nel calendario di eventi per le celebrazioni dei 200 anni della morte della principessa di Piombino. Ed è, di fatto, la nostra prima azione concreta per una consapevole acquisizione di un patrimonio contemporaneo del nostro Comune, che andrà ad incrementare ed arricchire le bellezze storico-artistiche già presenti.”

Il Pac 2020 è il sostegno offerto dallo Stato per incrementare ed aiutare, in un momento critico come quello pandemico, gli ambiti dedicati alle attività creative ed artistiche di qualità, accompagnati da una idea concreta di valorizzazione territoriale.

“Il progetto vuole costruire il rilancio del nostro territorio in chiave culturale, artistica, ambientale e turistica – spiega la storica dell’arte Alessandra Barberini, curatrice di Sui passi di Elisa -: per attuarlo è indispensabile una programmazione pluriennale. Siamo fieri che il nostro progetto rientri pienamente nei parametri indicati dal Pac2020 e vogliamo cogliere questa ambiziosa opportunità partecipando al bando nazionale.”

I Sui passi di Elisa è destinato a artisti, architetti, designer e studenti in discipline attinenti, italiani e stranieri, senza distinzioni di sesso o altra qualificazione, che al momento dell’invio della candidatura abbiano compiuto il diciottesimo anno d’età.

Il bando è aperto ad ogni disciplina di ambito progettuale, artistico e creativo. Al candidato dell’idea progettuale vincitrice andrà il sostegno economico ed organizzativo del Comune di Piombino per la realizzazione del progettoartistico, supporto tecnico-organizzativo e residenza artistica. Contestualmente alla realizzazione e dell’inaugurazione dell’installazione al Belvedere, verrà organizzata una mostra personale dedicata al vincitore del bando, comprensiva di cura, presentazione critica, ideazione progetto allestimento e comunicazione.

Fine del bando è recuperare, valorizzare e rendere fruibile la struttura architettonica del Belvedere e ricordare l’importante donna attraverso un’operazione progettuale artistica che possa coniugare territorio, elementi storici, architettonici, la figura storica e la personalità di una donna come Elisa Bonaparte, che questi luoghi ha caratterizzato in maniera indelebile.

Situato in un suggestivo angolo vicino alle Mura Leonardiane, quasi fosse una volontaria e poetica interruzione delle possenti mura di fortificazione della città, il Belvedere Elisa Bonaparte sarà oggetto dell’azione artistica: si tratta di uno dei luoghi più cari ed amati da Elisa, che proprio immediatamente sopra al belvedere, a picco sul mare, aveva scelto di far costruire la sua reggia a Piombino.

“Abbiamo voluto dare ad artisti e creativi l’occasione di cimentarsi in un progetto di vera e propria committenza pubblica – spiega il sindaco Francesco Ferrari -: vogliamo dare loro la possibilità di concorrere all’ideazione e alla successiva realizzazione di un’operazione artistica permanente. Il carattere innovativo del progetto, grazie all’interpretazione del pensiero curatoriale, sta nella forza di rendere tangibile, anche se aleggiante, la presenza di una figura di donna moderna, colta ed intelligente, determinante per lo sviluppo storico, artistico, culturale e sociale della città e del territorio. Credo che soprattutto ora, in questo straordinario periodo che stiamo vivendo, sia importane recuperare il concetto della centralità dell’arte nella riqualificazione degli spazi pubblici. Sono sicuro che le idee preposte saranno di qualità e, nonostante ne verrà scelta solo e soltanto una, con questa azione si contribuirà a creare uno spazio ideale e fisico di riflessione e confronto sui grandi temi che ci troveremo, come umanità tutta, ad affrontare a partire dai mesi prossimi”.

Il bando è online all’indirizzo:
https://www.comune.piombino.li.it/pagina2142_progetto-sui-passi-di-elisa.html

Più informazioni su

Commenti