Il sindaco alla minoranza: «Distribuiremo le mascherine se la Regione ne manderà 50 a cittadino»

ORBETELLO – “Il capogruppo di opposizione Luca Aldi, che nel periodo peggiore dell’emergenza Covid era scomparso dal Comune per mesi, ancora una volta ci stupisce dimostrando l’inconsistenza e inconcludenza di questa opposizione Pd”.

A scriverlo, in una nota, il sindaco di Orbetello Andrea Casamenti in risposta alla denuncia della minoranza, che ha accusato il primo cittadino di aver rifiutato le mascherine gratuite della regione per non sapere come distribuirle.

“La nostra Amministrazione comunale – prosegue – ha fatto una consegna diretta alla popolazione delle mascherine della Regione e al posto della Regione prima dell’estate nel periodo peggiore di emergenza quando le mascherine non si trovavano da nessuna parte, bloccando l’ente comunale per venti giorni; mascherine che sono però durate appena due-tre giorni; in quell’occasione tutta la maggioranza si è messa a disposizione imbustando migliaia di mascherine e consegnandole insieme alle associazioni di volontariato locali che hanno svolto un lavoro eccellente.

Il Comune è disponibile a consegnare direttamente il materiale della Regione e al posto della Regione se il quantitativo potrà durare almeno un mese e non tre giorni. L’ex presidente della Regione Enrico Rossi aveva organizzato per mesi la consegna diretta tramite edicole e farmacie. I Comuni hanno tante competenze e tante questioni legate al Covid. L’ente comunale non può essere distolto da tante importanti attività amministrative e legate proprio al Covid per la sicurezza della cittadinanza.

Noi la consegna direttamente la faremo bloccando il Comune se il materiale consegnato dalla regione rappresenterà un vero aiuto di lunga durata nel tempo per i cittadini. Se ci inviassero un quantitativo di qualche centinaia di migliaia di mascherine in una unica soluzione potremmo pensare noi direttamente alla consegna in un’unica volta. Una confezione unica da 50 mascherine a cittadino.

Le polemiche imbarazzanti da chi non ha più nulla da dire – conclude – le lasciamo al solito Aldi”.

Commenti