Scoperte dalla Finanza due palestre che fingevano di essere associazioni sportive

GROSSETO – Avevano trovato un bel modo per risparmiare e non pagare le tasse dovute. Due palestre, una di Grosseto e l’altra della zona nord della provincia, fingevano di essere associazioni sportive, in realtà poi i loro soci non erano altro che normali clienti di una palestra.

La scoperta è stata fatta dalla Guardia di finanza. Le associazioni sportive hanno regole precise, sia da un punto di vista fiscale che societario. I soci ad esempio, tra le altre cose, dovrebbero partecipare alla vita sociale. E ovviamente la tassazione è differente. «Le ispezioni fiscali hanno consentito di scoprire la verità».

«Puntiamo su questo genere di controlli – sottolinea il comandante provinciale della Guardia di finanza Cesare Antuofermo – perché specie in un momento come questo è giusto tutelare chi si comporta correttamente, pagando le tasse, da chi invece cerca di aggirare la legge».

Commenti