È morta la giornalista ed insegnante Fiora Bonelli

Più informazioni su

ARCIDOSSO – È morta la giornalista Fiora Bonelli. «Con dolore oggi abbiamo appreso della morte di Fiora Bonelli dopo che da tempo stava lottando con una grave malattia» si legge sulla pagina del comune di Arcidosso.

«Ci ha lasciato una donna straordinaria, una donna di grande umanità e cultura finissima. Punto di riferimento non solo per la comunità di Castel del Piano, ma per tutta l’Amiata a cui era legatissima. Ha dispensato sapere a tante generazioni di studenti che hanno avuto la fortuna di averla come professoressa e a cui ha trasmesso il suo amore per le lettere, classiche e moderne. Leggendarie le sue lezioni di letteratura italiana, dove si prendevano appunti in religioso silenzio e volevamo non finissero mai. E’ stata una grande professoressa a cui le nuove generazioni di insegnanti dovrebbero ispirarsi».

«Fiora, aveva anche un’altra grande passione, quella per il nostro territorio, che ha coltivato prima dalle pagine della rivista Amiata Storia e Territorio – di cui è stata tra i fondatori – poi come animatrice dell’altra rivista amiatina Il Nuovo Corriere dell’Amiata e come inviata del quotidiano il Tirreno. Tanti sono stati gli argomenti che ha affrontato: fra tutti mi piace ricordare la sua battaglia accanto ai pastori in relazione al tema della predazione e l’attenzione che ha posto per il problema della malattia del cinipide dei nostri castagneti. Ha raccontato la storia e la cronaca amiatina con intelligenza, libertà e spirito critico, confrontandosi spesso anche con le complesse problematiche del mondo contemporaneo» prosegue l’amministrazione comunale.

«Bellissime le presentazioni di tanti libri, di storia locale e non, che ha sempre impreziosito con la sua capacità oratoria e suggestivi e originali punti di vista. Oggi sentiamo un vuoto immenso, che è possibile colmare solo con il ricordo di quello che ci ha lasciato, il suo intelligente e appassionato insegnamento, l’amore per il territorio e la sua famiglia. Ci stringiamo al dolore di Simona e di Emma, dei familiari e degli amici. Cara prof. non ti dimenticheremo mai, ora riposa in Pace!».

Anche dalla nostra redazione le più sentite condoglianze alla famiglia della collega (la foto è del Comune di Arcidosso)

Più informazioni su

Commenti