Lazzeroni: «Maggioranza e minoranza insieme per la cittadinanza. Contributi economici per famiglie e imprese»

ARCIDOSSO – “Durante il periodo di chiusura per il Covid 19, come capogruppo consiliare di Insieme di Arcidosso contattai, anche a nome del nostro gruppo, l’amministrazione Marini per problemi ambientali e nel contempo proposi di ridurre gli importi delle tasse e imposte e dare un contributo economico sugli affitti e sui mancati incassi a tutte le attività che nel suddetto periodo venivano chiuse per decreto”.

A scriverlo, in una nota, Corrado Lazzeroni, capogruppo consiliare di Insieme per Arcidosso.

“Successivamente presentai una mozione consiliare in tal senso – prosegue – che venne approvata all’unanimità e che ha originato la deliberazione consiliare 19/2020.

Dalla seduta del 17 giugno scorso si sono susseguiti tre incontri per arrivare ad una decisione comune tra maggioranza e minoranza.

Questo era l’intento, e dopo una videoconferenza della settimana scorsa ci siamo nuovamente ritrovati, come capi gruppo consiliari di minoranza, il 27 mattina alle ore 11 presso la sala della giunta con il sindaco e l’addetta comunale al Suap.

Dopo un confronto cordiale e fattivo, mirato ad arrivare ad una veloce soluzione condivisa e soprattutto concreta, ci siamo trovati d’accordo sulla stesura di un bando pubblico contenente i requisiti e le modalità per poter accedere ad un contributo economico.

Questo contributo non potrà coprire quanto economicamente perduto nel periodo che va da marzo a maggio 2020, ma potrà essere un aiuto a tutti coloro che si sono trovati in quella situazione.

Al momento sono disponibili nel bilancio comunale circa 65mila euro che, con risparmi da trovare nel bilancio pluriennale, potrebbero addirittura raddoppiare.

L’erogazione dei fondi sarà sicuramente effettuata nel corso del 2021.

Questo contributo si rende ulteriormente necessario anche tenendo conto dell’attuale situazione, seguirà a breve un’altra riunione per concordare definitivamente le modalità del bando e l’importo da assegnare come contributo con una parte fissa ed una variabile.

Questo – conclude – è un esempio di collaborazione che dovrebbe essere utilizzato in futuro anche per altre argomentazioni a livello locale”.

 

Commenti