Puliamo il mondo fa tappa a Follonica, Legambiente: «Ragazzi siano esempio per gli adulti»

FOLLONICA – Nei giorni scorsi le educatrici di Festambiente hanno fatto tappa a Follonica per Puliamo il mondo, l’edizione italiana di Clean up the world, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo.

Organizzata per la prima volta in Italia nel 1993 da Legambiente, che ne ha assunto il ruolo di comitato organizzatore, Puliamo il mondo consente a cittadini, enti, associazioni e scuole di prendere parte ad azioni attive di sensibilizzazione attraverso le quali comprendere l’impatto dell’azione antropica sull’ambiente.

Ad aver partecipato alle attività sono state la scuola dell’infanzia, le classi 1A, 1B e 1C della scuola elementare di Follonica e la classe 1E della scuola secondaria dell’Istituto comprensivo Follonica 2. Anche in questa occasione, i giovani partecipanti hanno imparato divertendosi, scoprendo con l’aiuto delle educatrici dell’associazione del cigno verde quanto è importante rispettare l’ambiente che ci circonda.

“Ancora una volta – ha dichiarato Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente – il Comune di Follonica si è dimostrato sensibile nei confronti delle tematiche ambientali, aderendo alla campagna Puliamo il mondo. Il fatto che i giovanissimi studenti abbiano la possibilità di cimentarsi in un’azione di pulizia di un luogo a loro familiare ha un significato molto importante.

Proprio attraverso questa azione diretta e attiva hanno l’opportunità di comprendere quanto ancora sia lunga la strada verso un pieno e concreto rispetto dell’ecosistema in cui viviamo e quanto l’azione dei singoli sia cruciale per salvare il Pianeta.

Non a caso la nostra associazione da sempre crede fermamente che passare dai banchi di scuola sia strategico per formare una coscienza collettiva ambientalista attraverso la quale poter contare su un futuro davvero sostenibile. I tempi che ci aspettano non sono affatto facili a causa della grave emergenza sanitaria che stiamo attraversando e anche i nostri piccoli saranno messi a dura prova. Ci auguriamo però che la didattica non registri forti battute d’arresto.

Noi di Legambiente non fermeremo le attività ma le rimoduleremo, osservando scrupolosamente le norme vigenti. Continueremo quindi a raccontare ai bambini e ai ragazzi quali sono le azioni da mettere in pratica per garantire la nostra sopravvivenza sulla Terra.

Ringraziando ancora una volta l’amministrazione comunale follonichese – ha concluso Gentili – e tutte le classi che hanno partecipato alle attività, invitiamo ancora una volta i singoli cittadini a mettere in atto azioni virtuose e a seguire i consigli di sostenibilità che la nostra associazione lancia attraverso i social e il web. Essere sostenibili è un gioco da ragazzi: impariamo da loro”.

Commenti