Chiusure anticipate bar e ristoranti, Baietti: «Come li aiuterà il Governo?»

FOLLONICA – “A seguito dell’ultimo Dpcm entrato in vigore da lunedì, il malessere da parte dei piccoli e medi imprenditori è aumentato a dismisura. Le chiusure provocheranno ingenti danni economici alle imprese”.

A scriverlo, in una nota, Danilo Baietti, capogruppo Fratelli d’Italia Follonica.

“Come consigliere comunale – prosegue – non posso che esprimere tutta la mia solidarietà e vicinanza agli imprenditori colpiti dalle ultime disposizioni. Disposizioni che non condivido e che spero il Governo vada a rivedere, come richiesto da molte Regioni e da 25 sindaci della nostra provincia.

Non si può chiedere ai pubblici esercizi di riaprire dopo settanta giorni di lockdown, di investire nel rispetto delle normative imposte e poi chiuderle nuovamente.

A beffa di tutto ciò, il Governo non ha ancora pensato a come aiutare quegli imprenditori a cui dispone le chiusure delle proprie attività. Un Governo serio e preparato, nel caso in cui avesse deciso di chiudere o limitare gli orari di alcune attività, già al proclamare di queste imposizioni avrebbe dovuto aver pronto ed annunciare come contrappeso gli interventi di ristoro ai settori colpiti.

Oltre la solidarietà e la vicinanza personale, di cui sicuramente gli imprenditori locali poco interessa e poco li aiuta direttamente – conclude -, invierò alla presidente della terza commissione Attività produttive, commercio e turismo la richiesta di convocare il prima possibile la commissione, aprendola alle associazioni di categoria e professionali colpite dall’ultimo dpcm, affinché la politica locale risponda di concerto col mondo iprenditoriale mettendo in campo ogni supporto economico possibile”.

Commenti