Vela d’altura all’Argentario, Galahad in prima posizione nel campionato invernale

PORTO SANTO STEFANO – Iniziati i campionati invernali del promontorio dell’Argentario riservati ad imbarcazioni d’altura. La flotta iscritta al 44esimo Campionato Invernale dell’Argentario organizzato dal Circolo Nautico e della Vela Argentario che fa base a Cala Galera si è unita alla flotta iscritta al XIII° Campionato Invernale di Porto Santo Stefano organizzato dal Yacht Club Santo Stefano e dal Circolo Velico e Canottieri Porto Santo Stefano. Il programma, come da bando di regata, prevedeva due regate costiere che, oltre a valere per i rispettivi campionati, ha determinato il vincitore del 2° Campionato Unificato della Costa d’Argento. Sabato mattina appuntamento in banchina alle 9:30 per il briefing, nel rispetto del protocollo anti Covid, nel quale i rappresentanti dei tre Circoli, l’ingegnere Piero Chiozzi, il dottor Piero De Pirro e l’ingegnere Alberto Morici, hanno accolto i rappresentanti delle imbarcazioni iscritte. Successivamente il Comitato di Regata presieduto da Maurizio Giannelli, coadiuvato da Giuseppe Noia e Fabio Andreuccetti, illustrava il percorso scelto in relazione alle condizioni meteo previste e dava le ultime raccomandazioni di buon senso anti Covid: il rispetto delle norme a bordo è stato l’aspetto più discusso nei giorni antecedenti alla regata.

 

Concluso il briefing le imbarcazioni sono uscite dal porto Domiziano dove le attendevano vento di libeccio di intensità 6-7 nodi che è aumentato stabilizzandosi a 15-18 con raffiche che superavano i 20 nodi. Il percorso, dopo il passaggio di una boa posizionata ad un miglio in direzione del vento, si articolava con altre due boe posizionate nel golfo. Dopo 12.8 nm, la prima imbarcazione a tagliare la linea di arrivo è stata Bangherang Evo l’Azuree 46 di Fabrizio Venturini, davanti a Tevere Remo Lola, il Comet 45s di Massimo Artusi. In tempo compensato ad avere la meglio è stato Galahad, il Cutter Bermudiano costruito dal cantiere Morgan Giles nei primi anni sessanta per la Royal Navy, dell’armatore Gerhard Niebauer davanti a Jemanja l’M37 di Piero de Pirro; terza posizione per Uxor il Dufour 365 gol di Attilio Benedetti.

Domenica una giornata estiva riusciva solamente a far fare l’ultimo bagno della stagione ad alcuni regatanti. Il Comitato di Regata vista l’assenza di vento issava Intelligenza su Alfa facendo rientrare le barche in porto. Con la sola prova disputata, il vincitore del 2° Campionato Unificato della Costa d’Argento risulta Galahad. Nei rispettivi campionati, per quanto concerne il XIII° Campionato Invernale di Porto Santo Stefano, Jemanja si aggiudica la prima posizione sia in IRC1 che in ORC, mentre Uxor risulta primo in IRC2 e Tikka III lo Swan 37 di Alessandrelli Luca vince la categoria Gran Crociera. Per il 44esimo Campionato Invernale dell’Argentario Galahad si aggiudica la prima posizione sia in IRC che in ORC.

Sabato 7 novembre la flotta del versante sud del promontorio farà rientro a Cala Galera, continuando con le regate costiere, mentre domenica 8 la flotta del versante nord continuerà con le regate a bastone.

Commenti