Il sindaco: «Respingo al mittente la richiesta di ritiro delle deleghe al mio vicesindaco»

CASTEL DEL PIANO – “Come sempre noto che il Capogruppo di minoranza non perde mai occasione per strumentalizzare qualunque sia la circostanza” commenta così il sindaco di Castel del Piano Michele Bartalini “la polemica innescata dall’opposizione a seguito delle dichiarazioni del vicesindaco Luciano Giglioni“.

“Rimando al mittente l’irricevibile richiesta di ritirare le deleghe ai lavori pubblici al mio vicesindaco, anzi colgo l’occasione per rinnovargli la mia fiducia e stima – prosegue il primo cittadino -. So bene quanto in questi mesi si sia adoperato per far sì che tutti le opere che avevamo pensato avessero potuto prendere forma. Capisco quindi il suo rammarico e il suo disappunto che opere finanziate e pronte a partire si trovino invece bloccate. Certamente le normative sempre in continua evoluzione non aiutano, la necessità di avere pareri, autorizzazioni e tutta quella che è la macchina della burocratica italiana sta frenando quel progetto di rilancio che avevamo fissato come prioritario della nostra attività”.

“Da un lato la burocrazia, da un altro la situazione contingente hanno fatto si che molte opere subissero ritardi e inaspettati stop, serve quindi ancora una volta rimboccarsi le maniche tutti insieme uffici e Giunta per trovare una soluzione. Le polemiche le lascio a chi ha solo quelle in mano per far parlare un po’ di sé, io proferisco un lavoro quotidiano e un’attenzione costante ai bisogni della nostra comunità senza perdermi in queste inutili provocazioni”.

Commenti