Confagricoltura, dopo nove anni Pallini lascia la giunta nazionale: «Grazie per il suo magnifico lavoro»

GROSSETO – Diana Theodoli Pallini, dopo tre mandati e nove anni nella giunta nazionale di Confagricoltura, come da statuto termina la sua esperienza, e viene eletta nel collegio dei Probiviri. Al suo posto un “maremmano d’adozione” come Lamberto Frescobaldi, produttore vitivinicolo e titolare, tra le altre aziende, de l’Ammiraglia nel comune di Magliano in Toscana.

L’elezione si è svolta nel contesto della assemblea nazionale a palazzo Della Valle, a Roma. Assemblea che ha riconfermato per acclamazione nel ruolo di presidente Massimiliano Giansanti, allevatore e amico storico di Confagricoltura Grosseto.

“Nell’augurare al riconfermato presidente Giansanti – commenta Attilio Tocchi, presidente di Confagricoltura Grosseto -, un quadriennio di successi, salutiamo con entusiasmo l’elezione di Frescobaldi nella giunta nazionale e siamo al contempo grati ad un personaggio unico come Diana Theodoli Pallini, che tanto ha dato alla Maremma, con un lavoro certosino e di altissima qualità, per svolgere il quale ha sovente penalizzato famiglia e interessi, anteponendovi quelli di tutta la nostra associazione e della imprenditoria agricola maremmana”.

“La ringrazio a nome mio personale e di tutta l’associazione che rappresento – conclude Tocchi – per il difficile e impegnativo lavoro che ha permesso alla nostra agricoltura di crescere e conseguentemente di poter fruire di un punto di riferimento insostituibile a livello nazionale”.

Commenti