Servizio prelievi chiuso, al via la raccolta firme dei cittadini. FdI: «Porteremo la questione in Consiglio»

Più informazioni su

GAVORRANO – “Da qualche giorno è in corso nel paese di Gavorrano una raccolta di firme per protestare contro la chiusura del Servizio prelievi per le analisi mediche presso la locale Asl. Si tratta di una iniziativa spontanea che vede l’adesione dei commercianti e negozianti del capoluogo, uniti a difesa di un importante servizio sociale per la popolazione locale”.

A darne notizia, in una nota, il Circolo Fratelli d’Italia di Gavorrano.

“La sottoscrizione popolare – proseguono da FdI – lamenta anche l’avvenuta cancellazione delle prestazioni specialistiche (cardiologia, oculistica, dermatologia ed altre) che da sempre si effettuavano presso gli ambulatori di via Matteotti.

Circola voce che la struttura del capoluogo, così come quelle di altri paesi del territorio, sia stata chiusa “temporaneamente” causa Covid19. Conseguentemente tutta l’utenza del vasto territorio comunale (Caldana, Ravi, Giuncarico, Grilli e le altre frazioni di campagna) deve recarsi agli ambulatori Asl di Bagno di Gavorrano, ove il servizio prelievi è rimasto attivo, ma dove si formano densi assembramenti di persone fin dalle 5 della notte e fuori dalla sala di attesa. Assembramenti vietati dalle norme anticovid e che sono fonte di estremo disagio per i cittadini.

A Gavorrano la parola “temporaneamente” non fa star tranquilli. Negli ultimi anni alla parola “temporaneamente” ha fatto seguito “definitivamente”, come nel caso della chiusura della Banca e come si teme accada anche per l’Ufficio Postale, per ora aperto a giorni alterni.

Fratelli d’Italia condivide quindi questa libera iniziativa degli abitanti – concludono dal circolo -, garantendo fin da subito di occuparsene direttamente anche in Consiglio comunale, attraverso i rappresentanti dello schieramento di centrodestra cui Fratelli d’Italia appartiene”.

Più informazioni su

Commenti