La rabbia del sindaco: «Poste non consegna la corrispondenza. Situazione ormai inqualificabile»

MONTEROTONDO MARITTIMO – “L’attaccamento di Poste Italiane alla corrispondenza dei cittadini di Monterotondo Marittimo è straordinario. Non riescono proprio a distribuirla”. L’affondo arriva direttamente dal sindaco, Giacomo Termine.

“Recentemente l’organizzazione postale è riuscita anche a superare ogni limite temporale fino a invertirlo – aggiunge –  Sono arrivati prima, infatti, i solleciti di pagamento di Acquedotto del Fiora delle bollette a cui fanno riferimento. Una situazione ormai inqualificabile”.

“La particolare “affezione” di Poste rischia di creare situazioni che possono provocare danni economici alle utenze – incalza il sindaco – Il tardato pagamento in alcuni casi viene infatti addebitato nelle bollette successive. E allora chi paga se la responsabilità è delle Poste che non inoltrano tempestivamente le bollette?”.

“Il Comune – conclude Termine – è dalla parte dei cittadini e se questa situazione dovesse perdurare si farà promotore di una class action contro Poste per richiedere i danni per i disservizi”.

 

Commenti