Coronavirus: ecco perché ci sono differenze tra i numeri della Regione e della Asl

GROSSETO – Perché ci sono differenze nei numeri dei nuovi casi positivi in provincia di Grosseto nelle comunicazioni quotidiane della Regione Toscana e della Asl Toscana sud est, che è la Asl di riferimento della provincia di Grosseto e quindi in grado di fornire il dato in modo più particolare con alcuni dettagli specifici come l’età delle persone contagiate o il comune di residenza?

Questa è una domanda che, ormai da mesi, ci viene rivolta da tanti nostri lettori sia direttamente in redazione che nei nostri canali social. Tante volte abbiamo cercato di spiegare perché rispondendo ai singoli lettori e abbiamo pensato che in questo momento particolare, durante il quale i numeri dei contagi iniziano a risalire, di chiarire meglio perché spesso accade che i dati comunicati dalla Regione Toscana siano diversi da quelli comunicati dalla Asl Toscana sud est.

Il motivo principale dipende dall’intervallo temporale di riferimento. La Regione Toscana ogni giorno comunica i dati delle 24 ore che vanno dalle 12 del giorno prima alle 12 del giorno seguente. Dunque, i dati che pubblichiamo oggi della Regione Toscana sono i dati che sono stati rilevati fino alle 12 di oggi. I dati che comunica la Asl invece riguardano un intervallo temporale che va dalle 14 del giorno prima alle 14 del giorno seguente. Come si può capire quindi ci sono differenze che spesso possono essere non solo sostanziali, ma anche evidenti in termini numerici.

Ecco perché potrete individuare delle discrepanze sui dati che troverete pubblicati sul nostro giornale e che, vogliamo ribadirlo, sono dati ufficiali che vengono diffusi dai massimi organi che si occupano della gestione e dell’analisi dell’emergenza sanitaria del coronovirus.

Commenti