I sindaci votano ancora contro Vivarelli Colonna. «Patti non rispettati, pronto ricorso al Tar»

GROSSETO – «Prendo atto oggi, ormai senza troppo stupore, che la battaglia dei sindaci di centrosinistra, puramente politica, nei confronti della mia persona va avanti: si continua a rinnegare un patto sottoscritto da 18 sindaci, che prevedeva per il biennio 2020-2021 la designazione da parte del Comune di Grosseto del presidente Coeso. Ebbene, quel nome c’è ed è il mio e non per mia decisione, ma per decisione dell’Ente che io rappresento e che è mio obbligo tutelare. Se ciò non piace ai sindaci di centrosinistra mi dispiace. Ciò che non è accettabile è che – pur di complottare contro una persona – si continua a danneggiare il Coeso tutto, compresi gli aspetti relativi ai servizi sociali offerti alla cittadinanza, con un rallentamento dell’attività decisionale».

Commenta così il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna, l’esito della votazione dell’assemblea de sindaci dei comuni che fanno parte della Società della Salute Coeso, che dopo più di un mese è tornata a riunirsi per eleggere il presidente.

Un’assemblea che non è riuscita neanche questa volta ad esprimere la doppia maggioranza necessaria per eleggere il presidente.

«Per questo ricordo che il Comune di Grosseto si sta tutelando nelle sedi opportune impugnando il mancato rispetto degli accordi presi nell’ambito dei patti parasociali, gli stessi che nel 2018 avevano portato Giacomo Termine ad essere presidente Coeso prima di me e con il mio stesso voto e che – improvvisamente -non vengono rispettati dai colleghi di centrosinistra adesso che è il momento del cambio al vertice».

«All’amarezza e allo sbigottimento prevale il senso di responsabilità che ho nei confronti della mia comunità, che tutelerò con il dovuto supporto legale al Tar perché vinca la legalità. Il centrosinistra fa una battaglia politica contro una persona, la nostra è una battaglia per la dignità dei cittadini, del Comune di Grosseto e dell’area grossetana che il capoluogo rappresenta. La votazione espressa nel corso dell’assemblea è finita con 10 voti contrari al Vivarelli Colonna e 6 favorevoli (2 astenuti), per quote 26,71% contrari e 35,79% favorevoli».

Commenti