Quantcast

Buoni spesa per i cittadini in difficoltà: ecco chi può richiederli e come fare domanda

Più informazioni su

PITIGLIANO – Il Comune di Pitigliano ha pubblicato un avviso per l’erogazione dei buoni spesa riservati ai cittadini residenti nel territorio comunale con isee in corso di validità non superiore a 10mila euro.

I buoni potranno essere utilizzati esclusivamente per l’acquisto di beni di prima necessità come generi alimentari, prodotti per la cura della persona e della casa, articoli medicali.

“Con l’emergenza Covid, purtroppo, sono aumentate le richieste di aiuto da parte di nuclei familiari che si trovano in situazione di disagio – afferma Serena Falsetti, assessore comunale al Sociale – ecco perché il Comune ha deciso di destinare a questa misura importante oltre 22 mila euro. In parte si tratta di risorse proprie dell’Ente (15mila euro circa), a cui si aggiungono i 7mila euro raccolti con il conto corrente attivato durante il lockdown, grazie alle generose donazioni. Risorse che rimarranno sul territorio comunale, poiché gli acquisti potranno essere effettuati esclusivamente nei negozi locali convenzionati. In questo modo la misura ci consente di portare un doppio beneficio, sostenendo sia le famiglie che l’economia locale. A breve sul sito del Comune verrà pubblicato un apposito elenco, aperto, degli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa, dove è possibile effettuare acquisti e le procedure da seguire”.

Per ogni nucleo familiare la domanda può essere presentata da un solo componente.
La platea dei beneficiari, in particolare, è composta dai soggetti che hanno perso il lavoro nel periodo marzo-luglio 2020, a causa dell’emergenza Covid 19; dai soggetti che nel periodo marzo-luglio 2020 hanno chiuso o sospeso la propria attività economica a causa dell’emergenza Covid 19; dai soggetti già seguiti dai servizi sociali che non usufruiscono di prestazioni assistenziali (RdC, Rei, Naspi, Indennità di mobilità, CIG), oppure che usufruiscono di prestazioni non significative dal punto di vista del reddito; soggetti non a carico dei servizi sociali, percettori di altri contributi pubblici (ad es., reddito di cittadinanza, cassa integrazione, pensione, NASPI o altro); soggetti in situazioni di marginalità, di particolare esclusione o difficoltà economica.

Il buono spesa erogato è commisurato al numero di componenti del nucleo familiare e determinato nella misura di:

30 euro a settimana per famiglie con 1 componente;

45 euro a settimana per famiglie con 2 componenti;

65 euro a settimana per famiglie con 3 componenti;

80 euro a settimana per famiglie con 4 o più componenti.

Si prevede un incremento del 20%, con arrotondamento al multiplo di cinque euro, qualora uno dei componenti del nucleo familiare abbia meno di 3 anni o richieda un regime alimentare specifico ad esempio per la celiachia.

La domanda, che deve essere redatta sull’apposito modulo pubblicato insieme all’avviso e consegnata direttamente al Protocollo del Comune o inviata a mezzo PEC all’indirizzo: comune.pitigliano@postacert.toscana.it.

L’accoglimento delle richieste di contributo sarà valutato da apposita commissione che si riunirà ogni 15 giorni, costituita dal responsabile dei servizi sociali del Comune di Pitigliano, dall’assessore ai servizi sociali, dall’assistente sociale e dal presidente della Consulta Comunale per le politiche sociali.

L’importo dei buoni assegnati sarà caricato mensilmente sulla tessera sanitaria del richiedente. I caricamenti successivi al primo saranno effettuati in modo automatico fino ad esaurimento dell’importo disponibile, secondo l’ordine di prestazione delle domande.

Per informazioni è possibile contattare il seguente numero: 0564/616322 dalle ore 10 alle ore 13 dal lunedì al venerdì.

Più informazioni su

Commenti