Insieme in rosa: «Nessuna manifestazioni ad ottobre, ma piazze e monumenti si colorano»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Sarebbe stato un ottobre ricco di manifestazioni dedicate alla prevenzione oncologica per Insieme in rosa onlus ma, a causa delle normative anticovid, quest’anno, non ci sarà nessun cartellone di eventi. Le “fatine” faranno sentire la loro vicinanza a tutte le persone che in questo momento sono affette da patologie tumorali nel territorio semplicemente continuando la tradizione di colorare simbolicamente di rosa un monumento o una piazza in ciascuno dei loro paesi. E così, Buriano, Punta Ala, Tirli, Vetulonia, Ampio, Macchiascandona, Pian d’Alma, Pian di Rocca, Ponti di Badia (Castiglione della Pescaia) e, per la prima volta, anche Follonica.

Ed ecco che cosa vedremo nei prossimi giorni nelle località in cui opera la onlus: a Castiglione della Pescaia, l’associazione Mosaico, il Centro Commerciale Naturale, il comitato del Carnevale, la Corte dei Miracoli, il Vespa Club e altre realtà, da sempre solidali con i progetti di Insieme in Rosa, si sono uniti alle fatine realizzando bellissime installazioni per “colorare” il paese ancora pieno di turisti. Anche il castello, simbolo del paese, si tingerà di rosa a significare la solidarietà e sensibilità che tutti i cittadini, le associazioni e l’amministrazione comunale hanno sin dall’inizio dimostrato aderendo e facilitando le iniziative di raccolta fondi di Insieme in rosa.

In questi giorni però sarà presente comunque, in piazza Orsini, il camper mammografico sul quale saranno effettuati i controlli di prevenzione gratuita per cui è possibile prendere appuntamento telefonando al centro screening di Grosseto.

«Purtroppo sarà l’ultima volta che potremo avere questo servizio in quanto il camper sarà dismesso e l’apparecchiatura portata all’ospedale di Pitigliano – sottolinea Alessandra Buonavia, vicepresidente di Insieme in rosa onlus e responsabile del servizio mammografico dell’ospedale Misericordia di Grosseto – un peccato dato che tantissime donne a Castiglione della Pescaia hanno fatto esami di prevenzione grazie alla campagna di sensibilizzazione portata avanti dalla nostra associazione, in numero sempre crescente di anno in anno. Ci auguriamo di poter presto riprendere la nostra attività per continuare la raccolta fondi per nuove apparecchiature che consentano una diagnosi sempre più completa e precisa nel campo oncologico e perché no, questa volta, in campo senologico».

Durante il lockdown e dopo le fatine non sono state ferme. «Ci siamo impegnate moltissimo per acquistare presidi utili a difenderci da questa infezione cosi difficile da affrontare – racconta Donatella Guidi, presidente di Insieme in rosa – non ci dimentichiamo di marzo quando non c’era niente soprattutto per il nostro personale sanitario. Siamo state fra coloro che hanno spinto alcune aziende locali a cucire mascherine, calzari camici oltre a raccogliere fondi. Questo ci rende orgogliose».

Guidi coglie l’occasione per ringraziare ancora una volta tutti i comuni, le associazioni, ditte e privati cittadini che, durante il lookdown, si sono attivati affidandoci le loro donazioni per l’emergenza covid. Sono stati raccolti 91.726,96 euro. «Tantissimi soldi ricevuti in un tempo record, con i quali abbiamo fornito nel momento in cui erano introvabili, – sottolinea la presidente – mascherine chirurgiche, mascherine FFP2, gambali covid, a tutti i reparti dell’ospedale Misericordia di Grosseto e del Sant’Andrea di Massa Marittima, ai medici di base, ai volontari della Croce Rossa , Misericordia, alle forze dell’ordine, alle RSA che ce ne hanno fatto richiesta e a tutti gli operatori che stando al pubblico avevano bisogno di “protezioni” per poter continuare a svolgere il loro lavoro per la nostra comunità. Ci siamo occupate, assieme alle altre associazioni, della distribuzione di mascherine alla popolazione. Inoltre siamo anche riusciti a donare, in piena emergenza e in tempi record, un ventilatore polmonare al pronto soccorso “obi covid” oltre a un ecografo portatile al reparto di sub intensiva covid. Grazie a tutti coloro che credono in noi e che continuano a farci donazioni per far sì che la nostra attività di prevenzione, diagnosi e cura delle patologie tumorali nel nostro territorio provinciale, negli ospedali, possa continuare».

Ai ringraziamenti si unisce anche il Comune di Castiglione della Pescaia: «Dobbiamo ritornare alla normalità, – ha affermato Sandra Mucciarini, assessore alle politiche sociali – ovviamente seguendo le regole anticovid che hanno cambiato il nostro modo di vivere. Grazie a tutti coloro che, come sempre, hanno risposto in massa alle richieste di Insieme in Rosa nel momento del lockdown e dimostrato, una grande sensibilità. Sensibilità che non deve andare perduta perché quando le comunità si aiutano e si sostengono nei momenti difficili, è sempre gratificante».

A questo proposito si ricorda l’iban dell’associazione: IT 25 Q 08851 72210 000 000 206 473.

Commenti