Rimborsi per asilo e materna: pubblicato l’avviso. Ecco come fare domanda

GROSSETO – È online l’avviso pubblico del Miur “Piano di azione nazionale pluriennale per la promozione del sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione 0-6”.

A partire da oggi, giovedì 24 settembre, fino al 23 ottobre, sarà possibile fare domanda per il rimborso parziale delle spese sostenute per la frequenza, nell’anno educativo 2019/2020, dei servizi educativi per l’infanzia 0-3 comunali privati e per le scuole dell’infanzia (3-6) private, paritarie e degli enti locali.

Per i bambini dai 0 ai 3 anni, al momento dell’erogazione del contributo a riduzione della tariffa, sarà tenuto conto del bonus asilo nido erogato dall’Inps sempre per l’annualità 2020 (disponibile facendo richiesta sul sito https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=51105)

Hanno diritto al rimborso:

i genitori o i tutori dei bambini che hanno frequentato i servizi educativi per l’infanzia nel periodo gennaio/aprile 2020, servizi educativi per l’infanzia (0-3) a gestione diretta, indiretta e convenzionata presenti sul territorio comunale, in caso le spese sostenute siano superiori a 168,00 euro mensili;

i genitori o tutori di bambini che hanno frequentato, nell’anno scolastico 2019/2020, nel periodo settembre 2019/aprile 2020, scuole dell’infanzia (3-6) a gestione diretta, indiretta e convenzionata presenti sul territorio comunale, con una spesa sostenuta superiore ai 120,00 euro mensili;

è necessario non beneficiare di altri rimborsi o sovvenzioni economiche o azioni di supporto dirette e/o indirette erogate allo stesso titolo, di importo tale da superare la spesa complessivamente sostenuta.

I soggetti interessati dovranno presentare domanda esclusivamente online al seguente link: https://new.comune.grosseto.it/web/servizi/contributi-regionali-per-servizi-prima-infanzia/

La domanda dovrà essere così corredata:

per la frequenza di servizi educativi per l’infanzia 0-3:

– ISEE in corso di validità e che non presenti difformità

– ricevute/fatture rilasciate dal servizio educativo privato (periodo gennaio/aprile 2020) in cui sia specificato l’importo della spesa sostenuta e relativa attestazione di pagamento

per la frequenza di scuole dell’infanzia 3-6:

– ricevute/fatture rilasciate dalla scuola dell’infanzia privata (periodo settembre 2019/aprile 2020) in cui sia specificato l’importo della spesa sostenuta e relativa attestazione di pagamento

L’Amministrazione Comunale stabilirà la riduzione in percentuale applicabile fino ad esaurimento delle risorse disponibili a coloro che sono risultati beneficiari dei rimborsi. Successivamente si provvederà all’erogazione del contributo secondo le modalità indicate dal beneficiario al momento della presentazione della domanda.

Commenti